google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

mercoledì 13 marzo 2013

Polpettine di neonato


Questo piatto è un classico della cucina siciliana, facilissimo da preparare ma molto difficile da trovare, preparato con gli ingredienti giusti, data la difficoltà di reperire l'ingrediente base e la ristretta stagionalità in cui è possibile pescarlo e quindi consumarlo (non è raro che nei ristoranti venga utilizzato prodotto importato e quasi sempre congelato). Il neonato o mucco non è altro che il novellame, cioè il pesce appena nato di alici, sarde o triglie che viene pescato con le reti a strascico, a volte con grave rischio per il nostro patrimonio ittico. Nel rispetto del fermo biologico, è possibile trovare il neonato in alcuni periodi dell'anno nelle pescherie: quando è fresco si riconosce per il colore argenteo e per la consistenza densa;  queste polpettine rappresentano una pietanza a dir poco eccezionale!


Anche se il prezzo al kg è notevole, ne basta veramente poco per preparare un antipasto meraviglioso: io ne ho utilizzato 250 g ed è stato sufficiente per 4 persone.


Ho sbattuto tre uova con un ciuffetto di prezzemolo tritato, del sale, del pepe nero.


Ho aggiunto il neonato e due cucchiai di pangrattato.


Ho versato con il cucchiaio nell'olio di semi di arachide bollente. Basta un minuto per parte e le polpettine sono pronte. Ho fatto assorbire l'olio in eccesso su carta da cucina e ho servito subito decorando con prezzemolo e fettine d'arancia!



0 persone hanno commentato:

Posta un commento