google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

martedì 29 marzo 2022

Caprese al limone per Light & Tasty

                                       


Benvenute nella nostra consueta rubrica del lunedì: Light & Tasty. Dopo tante ricette leggere,  il tema di oggi, farine alternative, mi invita a "sgarrare" e a virare verso il mondo dei dolci che è il mio preferito! Non vi dirò che è un dolce "leggero" perchè sarebbe una bugia, vi dico soltanto che è una vera esperienza sensoriale: vuol dire che ne mangeremo una fettina piccolissima, ma ne sarà valsa la pena!
Ho assaggiato entrambe le versioni di Caprese a Napoli e me ne sono innamorata; è una torta, come dicevo prima, bella calorica, ma per una volta sarà bellissimo perdersi nel labirinto dei suoi gusti: mandorle, agrumi, vaniglia.
Ingredienti: 200 g di mandorle pelate oppure farina di mandorle, 180 g di zucchero, 100 g di olio extravergine, 180 g di cioccolato bianco, 5 uova, 50 g di farina di riso, buccia grattugiata di limone, 30 g di scorze candite, 1 cucchiaino di lievito per dolci, vaniglia,un bicchierino di limoncello, zucchero a velo per guarnire, polvere d'arancia. 


Frullate in un mixer 120 g dello zucchero con le mandorle fino a polverizzarle per bene.



Tagliate a pezzetti il cioccolato bianco e unitelo alle mandorle.



Preparate le bucce di limone candite mettendole in un pentolino con  30 g di zucchero e mezzo bicchiere d'acqua. Quando l'acqua sarà evaporata, fatele asciugare. Tagliatele a pezzettini piccolissimi e uniteli all'impasto.





Aggiungete la farina di riso (questo dolce è perfetto per i celiaci), l'olio, la vaniglia, la buccia grattugiata del limone e un bicchierino di limoncello.



Montate le uova con gli altri 60 g di zucchero fino a che saranno belli spumosi. Uniteli al composto di mandorle e cioccolato.



Imburrate e infarinate (sempre con la farina di riso) uno stampo da pastiera e versatevi l'impasto. Fate cuocere in forno a 200° per i primi 5 minuti, poi abbassate la temperatura a 165°/170° e finite la cottura per altri 45 minuti. Fate la prova stecchino e sfornate.


Fate raffreddare e guarnite. Fatevi uno stencil con la classica scritta "Caprese" e dopo aver spolverizzato la torta di zucchero a velo, evidenziatela con cacao oppure, come ho fatto io, con polvere d'arancia. Potete guarnire con fette di limone o di altri agrumi ad esempio kumquat.



Fantastica!
Ecco per voi le altre ricette del nostro team:

venerdì 25 marzo 2022

Torta rovesciata alle arance



Approfittiamo di questo periodo ricchissimo di agrumi, per renderli protagonisti delle nostre ricette: oggi vi propongo una torta facilissima alle arance, che vi regalerà un dolce assolutamente fantastico. 
A prova di principiante!
Ingredienti: 300 g di farina 00 o in alternativa per gli intolleranti al glutine, farina di riso, 300 g di zucchero, 1 grossa arancia non trattata, 3 uova, un vasetto di yogurt, un vasetto di olio di girasole, 1 bustina di lievito, cannella, 2 arance e due cucchiai di zucchero per la decorazione.
Tagliate l'arancia a pezzi con tutta la scorza, mettete tutti gli ingredienti in un mixer e frullate (ve lo avevo detto che non bisogna essere esperti).

                                       

                                       
Rivestite la base della teglia con un cerchio di carta da forno (vi aiuterà a sformare la torta).


Tagliate a fettine le altre due arance; io ne avevo una rossa e ho voluto alternare i colori.

Versate sulla carta da forno i due cucchiai di zucchero semolato e sistemate a vostro piacere le fettine di arancia.

Versate quindi l'impasto sulle fette d'arancia e infornate a 180° per 50 minuti.

Fate la prova stecchino per controllare la cottura e con molta delicatezza rovesciate la torta su un piatto da portata.




Eccola qui, pronta per essere gustata! Con l'impasto descritto sopra, ne ho ricavato due, una con le arance rosse e bionde, una piccolina solo con arance bionde. La sofficità e l'aromaticità di questa torta vi lasceranno dolcemente sorpresi! Buona merenda!

lunedì 21 marzo 2022

Latte di canapa per Light & Tasty

                                      

Benvenuta primavera e bentrovati nel nostro angolo di salute e leggerezza: oggi possiamo spaziare in un mare di ricette adatte per la colazione, che è appunto il tema da sviluppare. Voglio basarmi sulla semplicità assoluta di un latte alternativo, rigorosamente fatto in casa, adattissimo per gli intolleranti al lattosio ma anche a quelli, curiosi come me, che amano sperimentare nel variegato mondo degli alimenti. In Sicilia prepariamo frequentemente in casa il latte di mandorle; per noi è una cosa normale e lo preferiamo da sempre a quello industriale perchè è completamente diverso. La mia innata curiosità mi ha portato a sperimentare un latte con altri semi, quale ad esempio quelli di canapa. Li avevo comprati per metterli nel pane e ho voluto sperimentare questa ricetta.




Ho preso 100 g di semi di canapa e li ho uniti a 500 ml di acqua. Li ho lasciati per un'ora circa e poi ho passato il tutto dall'estrattore.


Ecco fatto: un latte meravigliosamente bianco si è materializzato. Ho aggiunto un cucchiaino di miele d'arancio per dolcificarlo lievemente e l'ho messo a raffreddare in frigo. (I  residui dell'estrattore  li ho messi nell'impasto delle mie polpette di spinaci).


Ed ecco la mia colazione: un bicchiere di latte di canapa con una spolveratina di cannella, insieme ad un frutto e ai miei biscotti integrali! Provatelo!

Ed ecco le altre ricette del team:


mercoledì 16 marzo 2022

Linguine con asparagi e curcuma fresca



Avete presente la tipica situazione delle donne lavoratrici, che arrivano trafelate a casa con la famiglia che aspetta di mangiare qualcosa? Qualcosa si, ma cosa? E allora si apre il frigo e si prende quello che c'è, inventando velocemente un piatto che talvolta si rivela buonissimo! E' il caso di queste linguine che vi presento oggi: tempo di preparazione giusto quello della cottura della pasta!
Ingredienti: un mazzetto di asparagi, 320 g di linguine, 2 uova, mezzo tubero di curcuma, sale, pepe, olio extravergine d'oliva, parmigiano per mantecare.
E' stata la mia prima volta con la curcuma fresca: a dire il vero l'avevo comprata per interrarla e produrre nel mio orto questo fantastico prodotto dato che la uso tantissimo, ma in polvere. Poi, dato che mi guardava da dentro la sua vaschetta nel frigo, ho deciso di utilizzarla: è buonissima.


Mettete su la pentola per la pasta, intanto tagliate a pezzetti gli asparagi togliendo la parte più coriacea.


 

Tagliuzzate a coltello il tubero della curcuma dopo aver tolto la pellicina esterna.



Fate rosolare in padella asparagi e curcuma con l'olio extravergine mettendo il coperchio. Salate e pepate. Intanto avrete scolato le linguine al dente, le versate in padella lasciando un po' di acqua di cottura. Aggiungete due uova sbattute e il formaggio. Mantecate a fuoco spento. Ecco fatto! E' stato talmente veloce che, come potete notare, mancano le foto di alcuni passaggi, così come una foto decente del piatto finito. Ma era così buono che ho voluto condividerlo con tutti voi!




 

lunedì 14 marzo 2022

Pane di Russello ai 4 semi per Light & Tasty

                                        

Rieccoci insieme per parlare di ricette leggere e cucina sana: oggi per me si va a nozze, perchè parleremo di semi e io li adoro. Nella mia dispensa oltre alle immancabili mandorle, ci sono sempre semi di zucca,  girasole,  sesamo,  papavero,  lino,  pistacchio,  noci, insomma ho una miriade di barattoli  pieni di questi fantastici alleati della nostra salute! Oggi vi preparo un pane con la semplicità e la bontà assoluta che lo caratterizzano. Se vi piace preparare il pane in casa e amate i semi come me, questo pane fa per voi!



Mettete nell'impastatrice 200 g di lievito madre (oppure 10 g di lievito di birra), 400 g di semola rimacinata di grano duro ( io utilizzo grani locali, in particolare la varietà Russello), 250 g di acqua, un cucchiaino di miele, semi di zucca, semi di girasole, semi di lino. Da ultimo aggiungete il sale.  Formato l'impasto fatelo lievitare in una ciotola fino al raddoppio (si può scegliere anche di farlo lievitare in frigo per 12 ore, quindi lo preparerete la sera prima). Formate quindi la vostra pagnotta o, se preferite dei filoncini, cospargetela di semi di papavero dopo aver inumidito leggermente la superficie con acqua in modo che si attacchino. Mettete a lievitare coprendo con un canovaccio. La lievitazione può variare dalle 2 alle 4 ore a temperatura ambiente.


Incidete la superficie della pagnotta a vostro piacere. Infornate a 200° per almeno 45 minuti.



Eccolo appena sfornato! Il nostro grano conferisce alla crosta un colore ambrato e una croccantezza particolare, mentre l'interno scoppia di sofficità!

Andate a fare un salto dalle amiche del team:




sabato 12 marzo 2022

Torta Fedora siciliana



Oggi faremo un viaggio nel passato perchè voglio proporvi una torta antica della pasticceria siciliana, ingiustamente dimenticata: la torta Fedora. Ha al suo interno il meglio dei prodotti della nostra terra: la ricotta di pecora, le mandorle, il pistacchio, il profumo degli agrumi, nella semplicità di un dolce barocco dal gusto avvolgente. Non conosco il motivo per cui abbia questo nome, so che esiste una torta Fedora fiorentina che però è molto diversa dalla nostra. Non capisco neanche perchè sia scomparsa dalle nostre pasticcerie, forse perchè un po' retrò al confronto delle torte moderne. Io la considero un'esplosione di dolcezza e la reputo adattissima come un dolce di compleanno.
Ingredienti per il Pan di Spagna90 g di farina, 40 g di fecola di patate, 4 uova, 120 g di zucchero semolato, scorza di limone, vaniglia, sale. 
Per la crema: 600 g di ricotta di pecora, 150 g di zucchero a velo, 70 g di cioccolato fondente, cannella.
Per la bagna: 150 g di acqua, 150 g di zucchero, scorze di arancia e limone, 1 bicchierino di limoncello.
Per la decorazione: 100 g di mandorle a lamelle; 3 cucchiai di granella di pistacchi; ciliegie candite.



Montate le uova con lo zucchero fino a che diventeranno bianche e spumose; quindi aggiungete le polveri setacciate e gli aromi. 


Mettete il composto in una teglia imburrata e infarinata e infornate a 180° per 25/30 minuti. Fate la prova stecchino, sfornate e fate raffreddare (meglio fare il pan di Spagna il giorno prima).


Tagliate il pan di Spagna a metà.


Per la bagna fate bollire l'acqua con le scorzette e lo zucchero; alla fine aggiungete il liquore.




Mescolate la ricotta con lo zucchero a velo fino a quando sarà una crema vellutata; mettetene qualche cucchiaiata da parte (vi servirà per la superficie); da ultimo aggiungete il cioccolato spezzettato e la cannella. 


Farcite i dischi di pan di Spagna bagnati con la crema e mettete la torta in frigo a rassodare; ricoprite la superficie esterna con la ricotta messa da parte e fate aderire sui lati le mandorle, mentre il centro sarà cosparso di granella di pistacchi. Completate con ciuffi di panna o crema di ricotta e ciliegie candite. 

                                        

Siete pronti per un'esperienza di gusto veramente unica e speciale?