venerdì 27 gennaio 2023

Ditalini con "scramazzatura e ricotta"


Nella provincia di Ragusa la "scramazzatura" sono i broccoletti; molte ricette vedono protagonista questa verdura invernale e una di queste è appunto questa. Mia nonna Francesca a volte me la faceva trovare a pranzo al mio rientro da scuola e a dire la verità non la apprezzavo molto: si sa, ai bambini le verdure non è che piacciano tanto! Probabilmente anche perchè lei la faceva come minestra e io da piccola non amavo le "brodaglie". Da adulta invece adoro questa ricetta sia per la sua semplicità di realizzo, sia perchè ormai sono una appassionata delle verdure, dato che anche le coltivo nel mio orto. 
La mia versione non è una minestra ma un primo "asciutto" diciamo così.
Ingredienti (per 4 persone): 320 g di ditalini, un mazzo di broccoli, 500 g di ricotta, olio extravergine d'oliva, sale, uno spicchio d'aglio, pepe nero.


Tagliate a pezzetti la scramazzatura e sbollentatela per 5 minuti.

                                   

Tagliate a pezzetti più piccoli e fate rosolare in padella con uno spicchio d'aglio e olio extravergine. Salate e pepate (come si può vedere dalla foto io ho messo peperoncino al posto del pepe nero, perchè a mio marito non piace). Fate cuocere ancora fino a che diventerà quasi una crema.

                                       

Intanto con un cucchiaio lavorate la ricotta per ridurla a crema.


                                       

Cuocete la pasta, (io ho scelto i ditalini ma un formato adatto sono anche le reginette; mia nonna utilizzava gli spaghettini spezzettati); versatela nella padella con la verdura insieme alla ricotta e fate mantecare.


Se volete impiattarla in un modo simpatico, usate un coppapasta e decorate con un pezzetto di verdura che avrete tenuto da parte.












 

mercoledì 11 gennaio 2023

Risotto con asparagi e curcuma


 Le ricette del dopo-feste: si impone leggerezza, semplicità degli ingredienti e anche velocità di preparazione perchè siamo tornati al lavoro.
Ingredienti (x 4 persone) 320 g di riso carnaroli, un mazzetto di asparagi, un cucchiaino raso di curcuma, sedano, sale, pepe.


Pulire gli asparagi; con la parte più dura, insieme ad una costa di sedano,  realizzeremo un brodo vegetale che ci servirà per la cottura del risotto e darà ulteriore gusto.


 Intanto tagliamo a pezzettini gli asparagi tenendo alcune punte intere che ci serviranno per completare il piatto; facciamo rosolare con olio extravergine d'oliva. 


Aggiungiamo il riso e facciamo tostare per qualche minutino, dopo di che cominciamo ad aggiungere il brodo di asparagi.


Saliamo a nostro gusto.

Qualche minuto prima della fine della cottura aggiungere la curcuma e il pepe nero, essenziale perchè possiamo trarre tutti i benefici della curcuma.


                                       

Impiattare. Se si vuole, si può mantecare il risotto con una noce di burro e con del parmigiano. Io mi fermo qui per essere coerente con la leggerezza!

lunedì 9 gennaio 2023

Torta degli angeli con albumi avanzati

                                        

Cosa ci è avanzato da tutte le preparazioni festive? Questo il tema di oggi per il rientro della nostra rubrica Light & Tasty. Nel mio frigo, dato che mi sono dilettata quest'anno con i panettoni, ci sono tantissimi albumi, per cui il mio riciclo sarà dedicato proprio ad essi; certo, direte voi, ancora dolci? Ma si dai, questo è adattissimo per la colazione, molto leggero e soffice come una nuvola!
L'angel cake è una torta americana che ha la caratteristica di essere preparata con soli albumi; è una favola di sofficità e leggerezza, proprio per questo mi piace chiamarla con il nome all'italiana. E' un'ottima soluzione proprio quando abbiamo molti albumi da smaltire.
Ecco la lista dei pochi ingredienti necessari: 500 g di albumi, 320 g di zucchero, 200 g di farina 00, 8 g di cremor tartaro, un pizzico di sale, un cucchiaio di scorzette d'arancia candita frullata, scorza d'arancia fresca grattugiata, vaniglia.


Montare in planetaria o con le fruste gli albumi con il pizzico di sale; quando saranno a neve ferma, aggiungere il cremor tartaro. Aggiungete piano piano lo zucchero; setacciate la farina e aggiungetela gradatamente all'impasto; unite anche il composto d'arancia e la vaniglia.





Versate il composto in uno stampo: l'ideale sarebbe lo stampo da chiffon non imburrato; io, siccome volevo imprimere alla torta questa forma particolare, ho utilizzato uno stampo in silicone e il risultato è stato comunque ottimo.
Infornare a 180° per 40/50 minuti; fare la prova stecchino e far raffreddare.


Sofficissima! Si scioglie in bocca!


 




lunedì 2 gennaio 2023

Rotolo dolce dell'Epifania

                                        


Le feste natalizie stanno volgendo al termine: aspettiamo l'Epifania per salutarle definitivamente! E siccome siamo stati buonissimi, ci meritiamo un dolce speciale: un rotolo sofficissimo farcito con una golosissima crema e ricoperto di cioccolato. 
Partiamo dal biscuit5 uova, 175 g zucchero semolato, 100 g farina 00, buccia grattugiata di 1 limone e di 1 arancia, vaniglia, 80 g burro, sale. Montare i tuorli con lo zucchero e a parte gli albumi a neve. Unire ai tuorli il burro, la vaniglia e la buccia degli agrumi. Unire i due composti mescolando delicatamente; sulla placca del forno rivestita di carta versate  il composto e infornate a 180° per 10/15 minuti. Nella versione al cacao aggiungete al medesimo impasto 40 g di cacao amaro. Quando sfornate avvolgete il biscuit in un canovaccio cosparso di zucchero semolato; in questo modo acquisirà la forma.

                                        

                                        

Per la crema pasticcera al pistacchio: 1 l di latte intero, 100 g di amido di mais, 150 g di zucchero, un cucchiaio di pasta di pistacchio, 4 tuorli, vaniglia. Preparate la crema come di consueto e fatela raffreddare bene in frigo. Farcite il  rotolo e avvolgetelo in un foglio di carta alluminio; fate rassodare in frigo.

                                       
Per la glassa: 200 g di cioccolato fondente, 100 g di panna. 
Scaldate la panna e fate sciogliere al suo interno il cioccolato tagliato in pezzi.


Rivestite la superficie del rotolo. Dopo che si è raffreddato un po', con i rebbi di una forchetta, rigate la superficie per simulare la corteccia.

Decorate a vostro piacimento: con frutta secca, granella a vostro gusto oppure come ho fatto io con delle decorazioni in cioccolato plastico o, se non lo trovate, va bene anche della pasta di zucchero.

 
Buona festa della Befana!

martedì 27 dicembre 2022

Coppa golosa per il Capodanno: crema di ricotta e crumble al caffè

                                       

Ci avviciniamo al cenone dei cenoni, quello che conclude le grandi mangiate natalizie e, magari, se lo passeremo in casa, dobbiamo pensare al dolce ( se non vogliamo andare a finire nei classici). E magari non abbiamo voglia di preparazioni elaborate, in quanto magari impegnate con antipasti & co. Vi voglio proporre quindi un dessert facile e veloce che darà al vostro fine pasto un tocco di gusto e di golosità.
Ingredienti per il crumble al caffè: 100 g di farina 00, 30 g di zucchhero di canna integrale, 50 g di burro freddo, un cucchiaino di caffè solubile o in polvere, un cucchiaio di cacao amaro in polvere, cannella.


Impastare gli ingredienti velocemente con le mani, sbriciolare l'impasto sulla teglia rivestita di carta da forno e spolverare di cannella in polvere. Infornare per 10/15 minuti a 180°.


Otterrete delle briciole croccantissime e friabili.


Per la crema di ricotta (per 4 persone): 500 g di ricotta vaccina, estratto di vaniglia, cannella, polvere d'arancia, zucchero a vostro gusto (125 g sarebbe il peso giusto ma a me non piace troppo dolce e ne metto di meno). Frullare il tutto per eliminare eventuali grumi.


Montare il dolce in un bicchiere: fate un primo strato di briciole, quindi con il sacapoche fare uno strato di crema e da ultimo altre briciole.


Da leccarsi i baffi! Buon Anno, allora!

lunedì 12 dicembre 2022

Stella di pane per la tavola del Natale


Bentrovati nella ormai consueta rubrica di Light & Tasty: ci avviciniamo al Natale  e quindi è d'obbligo uno sguardo alla tavola della festa più importante dell'anno. E' difficile accostare il Natale alla leggerezza, mi rendo conto benissimo, quindi, malgrado il mio pensiero volga inevitabilmente ai dolci, ho pensato invece al cibo più semplice e, nello stesso tempo più importante, che esista: il pane. Nella mia zona il pane  è quasi sempre di semola di grano duro: in questo caso però, ho voluto vestirlo a festa, dandogli una forma non consueta, ma adatta proprio alla tavola festiva.

                                        

Ingredienti: 500 g di semola rimacinata di grano duro, acqua al 40%, 150 g di lievito madre, un cucchiaino di sale, un cucchiaio di semi di sesamo.


Se non avete il lievito madre potete sostituirlo con 5 g di lievito di birra.

                                       

L'impasto come potete vedere, deve risultare abbastanza sodo.


Dividete l'impasto in 11 porzioni, un pezzo lo utilizzerete per il centro, mentre con gli altri faremo dei filoncini lunghi una cinquantina di centimetri. Piegateli ad u e sistemateli a forma di stella sovrapponendoli uno sull'altro. Intrecciate quindi in modo da ottenere cinque trecce.
con il pezzo rimasto formate una sorta di rosa che sistemerete al centro.


Sistemate su una teglia, coprite con un canovaccio e fate lievitare per un'oretta.  Prima di infornare cospargete la stella con semi di sesamo (per farli attaccare basterà spennellare delicatamente con acqua la superficie del pane). Infornate a 200° per 40/45 minuti.




Eccola qui la nostra stella di pane, pronta per abbellire la nostra tavola e per accompagnare le nostre pietanze natalizie!

lunedì 5 dicembre 2022

Quadrotti di salmone e patate al pistacchio

                                        

Oggi parliamo di salmone e una delle preparazioni che faccio più spesso è proprio questa: o sotto forma di tortini o polpettine o quenelles... Questa ricetta potete modificarla in svariati modi, in pratica potete utilizzare le verdure che volete: io l'ho provata con le zucchine, con le melanzane, .... e ogni volta è stata sempre una gustosa sorpresa. Potete servire come antipasto, come finger food (in versione mignon), come secondo, ma anche come piatto unico.


Per 4 persone: 400 g di salmone fresco tagliato a piccoli cubetti,


400 g di patate lesse grattugiate,


uno spicchio d'aglio tagliato finemente, prezzemolo tritato, scorza di limone grattugiata, sale, pepe nero,


una carota grattugiata, un uovo. Legare il tutto.


Formate i tortini con un coppapasta o con i vostri stampini preferiti avendo cura di mettere del pangrattato sul fondo e sui bordi.


Sulla superficie dei tortini mettete un po' di pangrattato, della granella di pistacchio (io uso quello di Bronte) e un filo d'olio extravergine d'oliva. Infornare a 180° per 20 minuti.


Servite tiepido.