google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

giovedì 29 luglio 2021

Granita di mandorle tostate

                                      


Nel panorama delle granite siciliane questa è particolare: la si può gustare soprattutto nella Sicilia orientale. Noi siciliani siamo molto golosi e spesso amiamo accostare due gusti di granita nella stessa coppa: un connubio fantastico può essere mandorla bianca + mandorla tostata, mandorla bianca + caffè (vedi ricetta) oppure mandorla + pistacchio (vedi ricetta). Se avete voglia di prepararvela in casa seguite queste semplici spiegazioni e poi fate tutti gli abbinamenti che vi suggerirà la fantasia. 


Ingredienti: 150 g di mandorle private della pellicina marrone ( basta tuffarle per un minuto in acqua bollente e verrà via in un attimo), 1 litro di acqua minerale naturale, 350 g di zucchero, scorza di limone, cannella.


Mettete le mandorle in forno sotto il grill e fatele tostare. Se volete realizzare la granita con le mandorle bianche, evitate questo passaggio.


Tritatele finemente con un mixer.


Preparare uno sciroppo con l'acqua, lo zucchero e la buccia di limone in un pentolino. Fate raggiungere l'ebollizione e aggiungete le mandorle in modo che con il calore tutti gli aromi si sprigionino. Fate raffreddare. Mettete in un contenitore e riponete in freezer. Quando si sarà solidificata, prendete la granita che vi apparirà come un blocco compatto, mettetela in un robot da cucina e frullatela. La consistenza cremosa rimarrà tale e quale anche se la conserverete ancora in freezer. Aggiungete un cucchiaino di cannella e gustatela con una fantastica brioche siciliana.


Per la ricetta vedi qui.


Buona colazione!

martedì 27 luglio 2021

Torta giraffa al cocco e cioccolato



Un dolce da colazione che può diventare dessert accompagnato da una pallina di gelato: fate un po' voi. Molto semplice e veloce ma dal risultato particolare.
Ingredienti: 5 uova, 200 g di zucchero, 250 g di farina 00, 50 g di farina di cocco + 20 g per la decorazione, 160 g di yogurt bianco, 100 ml di olio di semi,1 bustina di lievito per dolci, buccia di limone grattugiata, 2/3 cucchiai di cacao amaro, 100 g di cioccolato fondente.

Mettete i tuorli in una ciotola e gli albumi in un'altra: montate gli albumi, aggiungete metà dello yogurt, metà dell'olio, 100 g di farina e la farina di cocco. da ultimo mezza bustina di lievito. 
Montate i tuorli e aggiungete il resto degli ingredienti  (tranne cacao e cioccolato) aromatizzando con la scorza di limone.



Preparate uno stampo a ciambella, imburrando o se volete evitare il burro, fatelo pure con l'olio. Versate l'impasto giallo.


 Spolverate il cacao sopra il primo strato.

Versate ora l'impasto al cocco.


Ripetete l'operazione con il cacao. Infornate a 180° per 40/45 minuti.


Fate raffreddare la ciambella e glassate con il cioccolato fondente fuso.



Completate con il cocco disidratato.


Buona merenda!
 

lunedì 26 luglio 2021

Cremolata di pesche con piccoli frutti

                                       


Siamo in piena estate,  qui al sud temperature altissime e gustare un gelato o una granita/cremolata è quasi una necessità, per il caldo eccessivo. Se si può aggiungere poi della frutta fresca e un basso contenuto di zuccheri,  la cremolata sarà perfetta. Ho già spiegato in altri post che la cremolata si caratterizza per il contenuto di frutta fresca per cui ha una percentuale di zuccheri aggiunti inferiore rispetto alle granite tradizionali.


Ingredienti: 500 g di pesche già sbucciate, 150 ml di acqua, 100 g di miele, buccia di limone, succo di mezzo limone.


Quest'anno il mio alberello di pesche mi ha regalato un bel raccolto; ho sbucciato alcuni frutti fino a raggiungere la quantità necessaria.




Faccio sciogliere il miele con l'acqua in un pentolino e aggiungo una scorza di limone.



Aggiungo le pesche fino al raggiungimento del bollore. Frullo il tutto con un mixer.


Metto la purea nel frizeer dopo aver aggiunto il succo di mezzo limone.


Quando sarà solidificata, la taglio in grossi pezzi e la rimetto nel mixer per renderla morbida.


Diventerà una crema golosissima che, anche se rimessa in freezer, non solidificherà.


Gustatela così semplicemente o con un ciuffo di panna o con dei piccoli frutti a completamento.


Se poi riuscite a trovare, o meglio ancora, a preparare una magnifica brioche siciliana, sarà un connubio divino!

giovedì 22 luglio 2021

Alici fritte su cipollotti in agrodolce


Sono convinta che si può preparare un piatto ricco di gusto con pochi e semplici ingredienti, tanto meglio se sono anche a basso costo! Vi propongo un modo di presentare le alici, pesce definito povero, non so perchè: fritte, croccanti, profumatissime, accompagnate con dei cipollotti in agrodolce (marchio tutto siciliano).
Ingredienti per 4 persone: 500 g di alici pulite, 4 cipollotti, qualche mandorla, uvetta sultanina, un cucchiaino i miele, aceto, semola di grano duro, olio di arachidi, olio extraverfine d'oliva, mentuccia,  sale.

Tagliate i cipollotti a listarelle e metteteli in una padella con olio extra vergine d'oliva.

Quando saranno morbidi, aggiungere le mandorle e l'uvetta, il miele e fate sfumare con una spruzzata d'aceto. Fate raffreddare ( in questo frattempo si insaporiranno ulteriormente).


Lavate e asciugate le alici, quindi passatele velocemente nella semola.


Fate friggere in olio di arachide.



Quando saranno dorate, (basta pochissimo perchè sono piccole) fatele asciugare su carta da cucina e salatele.




Sul piatto fate una base con i cipollotti, adagiatevi sopra le alici e un ciuffetto di menta. Adesso assaporate tutte le sensazioni che questo piatto saprà suscitarvi!

 

domenica 18 luglio 2021

Cremolata alle pesche tabacchiere

                                       


Non rientra certo tra i gusti classici della granita siciliana, ma è certo che le varianti alla frutta sono sempre più numerose a partire da quella famosissima di gelsi. In effetti il nome più corretto sarebbe cremolata in quanto realizzata con la frutta, succo e polpa compresi: il termine granita rimanda subito alla mente le fantastiche colazioni siciliane in cui è protagonista insieme alla brioche.


L'ingrediente principale è costituito dalle pesche tabacchiere, una varietà dal profumo meraviglioso e dal gusto delicato. Appena raccolte dal mio alberello, le sbuccio e le taglio a pezzetti.


Ora potete scegliere come ridurle in forma liquida: un passaverdure, un frullatore, un mixer....


Io ho optato per l'estrattore. In 500 g di succo aggiungete il succo di un limone per arrestare l'ossidazione della frutta. 


In un pentolino fate sciogliere 250 g di zucchero in 250 g di acqua; aggiungete la scorza di limone per profumare ancora di più lo sciroppo. Quando avrà raggiunto l'ebollizione, spegnete il fuoco e fate raffreddare.


Unite lo sciroppo al succo di frutta, mettete in un contenitore e fate congelare in freezer.
Quando sarà gelato, passate il tutto in un robot da cucina e otterrete una crema che non si rapprenderà più in un unico blocco.


E adesso, chiudete gli occhi e gustatela....

venerdì 16 luglio 2021

Tagliata di tonno con caponatina

                                    


Oggi vi propongo il tonno fresco, delizia della cucina siciliana. A dire il vero nel nostro dialetto il tonno è femmina, lo chiamiamo infatti "tunnina"; la ricetta tradizionale generalmente lo vede preparato alla "ghiotta", io vercherò di presentarvi una variante.
Se, come me, vi piace il tonno fresco e amate gustare il pesce crudo o semi-crudo, questa è la ricetta, molto mediterranea, che fa per voi. La cosa essenziale per la sicurezza alimentare è che il tonno sia fresco e soprattutto che sia stato abbattuto. Per il resto la ricetta è facile e molto, ma molto gustosa!


Prendete il trancio di tonno, massaggiatelo con dell'olio extravergine d'oliva e poggiatelo sulla piastra caldissima. La cottura dipenderà dai vostri gusti. a me piace che all'interno rimanga rosso quindi l'ho tenuto due minuti per parte (aumentate il tempo se lo preferite più cotto, attenzione però che le cotture prolungate lo rendono più asciutto).





Per le verdure di accompagnamento ho preparato una caponatina classica: ho tagliato a cubetti le melanzane (che ho messo sotto sale per far perdere loro l'acqua di vegetazione), le patate, le carote, la cipolla e le ho fatte friggere in olio di arachide separatamente (si possono aggiungere peperoni o zucchine a vostro gusto). Dopo aver cotto le verdure, le ho messe insieme in padella aggiungendo due cucchiai di salsa di pomodoro, due cucchiaini di zucchero di canna, uvetta, foglie di basilico e pinoli. Faccio sfumare con una spruzzata d'aceto bianco ed è pronta. A me la caponata piace fredda, quindi l'ho preparata con un pò di anticipo.
Tagliate il tonno a fette, condite con un filo d'olio extraverfine e dei granelli di sale grosso, sistemate la caponatina con un coppapasta e buon appetito!