google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

venerdì 30 novembre 2018

Tortino di spinaci al forno


Il tortino che vi propongo oggi può essere servito come antipasto oppure come contorno o se non siete particolarmente affamati, come piatto unico. E' a bassissimo contenuto di grassi e la cottura in forno lo rende particolarmente leggero.


Lavate gli spinaci (le quantità decidetele in base alle persone), cuoceteli per pochissimi minuti senza aggiungere acqua, strizzateli (per un tortino mono-porzione basteranno 150 g di spinaci cotti).
Aggiungete un tuorlo, un cucchiaio di parmigiano, una  piccola manciata di pinoli e uvetta lavata e asciugata, sale, pepe, noce moscata.


Passate un velo d'olio sugli stampini che avrete scelto e spolverate con del pangrattato, togliendo quello in eccesso.


Versate il omposto negli stampi e infornate a 180° per 15 minuti.


Fate intiepidire prima di sformare il tortino sul piatto.


Completate il tortino con scaglie di parmigiano e qualche pinolo.


Delicato e ricco di gusto!

venerdì 23 novembre 2018

Dolce rotolo di compleanno



Questo dolce nasce dalla necessità di realizzare una torta di compleanno per mio figlio senza avere a disposizione il tempo necessario: l'ho realizzato in fretta e furia avendo come spinta solo quella che l'amore ti può dare. La stessa ricetta ha due varianti sia nella pasta biscotto sia nel ripieno, per poter accontentare gusti diversi: uno sarà bianco al gusto di agrumi, l'altro al cioccolato farcito con crema di ricotta e pere.









Partiamo dal biscuit: uova, 175 g zucchero semolato, 100 g farina 00, buccia grattugiata di 1 limone e di 1 arancia, vaniglia, 80 g burro, sale. Montare i tuorli con lo zucchero e a parte gli albumi a neve. Unire ai tuorli il burro, la vaniglia e la buccia degli agrumi. Unire i due composti mescolando delicatamente; sulla placca del forno rivestita di carta versate  il composto e infornate a 180° per 10/15 minuti. Nella versione al cacao aggiungete al medesimo impasto 40 g di cacao amaro. Quando 
sfornate avvolgete il biscuit in un canovaccio cosparso di zucchero semolato; in questo modo acquisirà la forma.



Per la crema all'arancia: 1 l di latte intero, 200 g di zucchero, 4 tuorli, buccia grattugiata d'arancia o un cucchiaino di polvere d'arancia, un bicchierino di liquore al mandarino, 100 g di amido di mais. Fate addensare la crema, quindi fatela raffreddare on la pellicola a contatto per evitare che si formi quell'antipatica crosticina.



Per la crema alla ricotta: 500 g di ricotta, 200 g di zucchero a velo, cannella, 250 ml di panna montata. Frullare con un mixer ad immersione la ricotta con lo zucchero e la cannella; aggiungere delicatamente la panna montata e far raffreddare un'oretta in frigo.



Intanto in una padella antiaderente fate caramellare due pere tagliate a dadini con 50 g di zucchero e qualche goccia di succo di limone. Non dovranno cuocere troppo ma rimanere croccanti. Fate raffreddare.


Prendete il biscuit al cacao, spalmatevi sopra la crema di ricotta, le pere e scaglie di cioccolato fondente, quindi arrotolate. In quello all'arancia spalmate invece la crema preparata prima. Avvolgete nella carta stagnola e mettete in frigo.


Intanto che i rotoli si freddano, prepariamo la ganache per ricoprirli: per ogni rotolo fate scaldare a bagnomaria 200 g di panna alla quale aggiungerete 200 g di cioccolato fondente.



Posizionate il ritolo su una griglia e glassatelo. Decorate a piacere. Per dare un tocco di colore ho utilizzato dei corbezzoli offerti dal mio alberello e per differenziarli, in quello all'arancia, ho realizzato la scritta "auguri" con le scorze d'arancia.


Adesso provateli entrambi e fatemi sapere quale vi piace!

mercoledì 21 novembre 2018

Roselline di mele nel cestino

   
Le mele sono il frutto autunnale per eccellenza e i dolci che le vedono protagoniste sono veramente innumerevoli. Oggi vi mostrerò un procedimento per ottenere dei teneri boccioli di rose veramente deliziosi. Realizzerò delle crostatine in mono porzione che potrete utilizzare come un fine pasto o come dolce da merenda.

Preparate nel solito modo la frolla (500 g di farina 00, 250 g di burro, 200 g di zucchero, 4 tuorli, buccia grattugiata di limone, vaniglia) ; fatela riposare in frigo e stendetela in un disco sottile.


Con uno stampo per biscotti ricavatene dei cuori che andranno a comporre i nostri cestini.


Con 4 cuori sistemati sul fondo di un pirottino, si formerà il nostro cestino.


Intanto avrete affettato sottilmente 4 mele lasciando la buccia che conferirà al fiore una bella nota cromatica. Irrorate di succo di limone e spolverate di zucchero. Lasciando le mele così per un'oretta si ammorbidiranno perdendo la loro rigidità.


Posizionale le fettine di mela come vedete in foto, quindi arrotolatele a spirale.


Sulla base del cestino mettiamo un cucchiaio di confettura di mele cotogne (per restare in tema con le mele) e posizioniamo il nostro fiore.


Finiamo di completare tutti i cestini e inforniamo a 180° per 20 minuti; fate attenzione al grill perchè le mele così sottili potrebbero bruciarsi facilmente.


Eccole appena sfornate: toglietele dai pirottini e fatele raffreddare.


Una leggera nevicata di zucchero a velo e il gioco è fatto!

lunedì 19 novembre 2018

Tonnarelli ai porcini


Sebbene sia arrivato il freddo, sono riuscita ad avere dei porcini freschi. Fatto il mio acquisto, adesso vi mostrerò cosa ci ho preparato.


Cominciamo con il pulirli dai residui di terra con un coltellino e uno strofinaccio umido.




Tagliarli a pezzetti.


Insaporirli con un soffritto di aglio e prezzemolo.

                                    

Prepariamo la nostra pasta fresca. Ho assaggiato questo formato in Toscana e me ne sono innamorata: sono i pici. Impasto la semola di grano duro mista a farina 00 (rapporto 2:1) per un totale di 400 g con 4 uova. Tiro poi la sfoglia con il mattarello non troppo sottile. Taglio quindi a listarelle sottili e li strofino sulla spianatoia con entrambe le mani per dar loro la forma di tonnarelli.


Eccoli pronti. Li butto nell'acqua salata bollente e non appena salgono a galla sono pronti.



Li condisco con i miei funghi. Se vi piace potete completare con del parmigiano e con del prezzemolo fresco. Non c'è bisogno di nient'altro.




mercoledì 14 novembre 2018

Crostata ai frutti di bosco e crema alla panna

 


Un dolce che mi fa impazzire è questa crostata, semplicissima ma nello stesso tempo un confort food eccezionale per i miei momenti no. Potete realizzarla in versione crostata grande oppure in monoporzione che risulterà molto più carina e facile da servire.




Preparate una frolla classica o una delle varianti che più vi piacciono (allo yogurt, alla ricotta, all'olio...) e rivestite lo stampo da crostata; fate cuocere in forno a 180° per 25/30 minuti (nella foto vedete due misure diverse).




E adesso veniamo alla farcia: occorrono 300 g di frutti di bosco misti (io ho usato more e mirtilli), 200 g di zucchero, la buccia e il succo di mezzo limone. Mettete la frutta e lo zucchero insieme al succo e alla scorza del limone in una pentola e fate cuocere fino ad ottenere una composta (circa 20/30 minuti). Fate raffreddare.


Montate 150 g di mascarpone con 50 g di zucchero; in un altro contenitore montate 250 ml di panna: mettetene da parte metà che i servirà per la decorazione e unite il resto al mascarpone.



Versate sul fondo della crostate la composta di frutti di bosco (a me piace abbondare perchè mi piace troppo, ma se preferite potete metterne appena un velo); ricoprite fino ai bordi con la crema alla panna e livellate.



Unite alla restante panna un cucchiaio di composta e mescolate ottenendo una fantastica crema viola. Mettetela in un sac à poche e decorate la superficie della torta. Completate con qualche nota di verde per esaltare maggiormente i colori.


E adesso, qualche oretta in frigo e poi.... buona torta!