google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

mercoledì 28 agosto 2019

Vi va un gelato?


Un buon gelato comincia sempre da ottimi ingredienti. Su questo non ci piove!
Vi è mai capitato di prendere un gelato e avere l'impressione che i gusti non si differenzino l'uno dall'altro? A me si. L'altro elemento che mi disturba è l'eccessiva dolcezza di alcuni gelati che ho assaggiato. Per ovviare a ciò mi sono messa a sperimentare a casa diverse varianti di gelato sfruttando i frutti che di volta in volta il mio giardino mi offriva: non sono rimasta mai delusa!
Devo essere comunque chiara: il gelato fatto in casa non potrà mai avere le caratteristiche di quello artigianale fatto da esperti gelatieri, essenzialmente per il fatto che loro dispongono di mantecatori non replicabili da una gelatiera per uso domestico. Il gelato fatto in casa è perfetto se gustato un paio d'ore dopo la preparazione, dopo che si è stabilizzato in freezer: non ha niente da invidiare a quello dei professionisti; dopo questo tempo tenderà a perdere la morbidezza vellutata per diventare leggermente più duro. Comunque di solito questo a me non succede perchè lo facciamo fuori subito.
Se volete cimentarvi nella preparazione di un gustoso gelato cliccate sui link (sono solo alcuni dei gusti che ho realizzato):
Fatemi sapere!

martedì 27 agosto 2019

Fichi secchi caramellati farciti alle mandorle


Fine estate, sinonimo di dolcissimi frutti: fichi e fichi d'India. Ne ho fatto scorpacciate e dato che erano proprio tanti, ci ho voluto preparare questa autentica leccornia.


                                      

Questo è il regalino che mio padre mi porta ogni giorno: meraviglioso nettare! Ho voluto provare a conservare tutta questa dolcezza per l'inverno, sfruttando tutta la potenza del sole che in questa caldissima estate non ci da' tregua.


Come essiccare i fichi: niente di più semplice! Tagliarli a metà nel senso della lunghezza, metterli su un piatto o su un tagliere, coprirli con un velo (per evitare che gli insetti ci banchettino sopra), metterli all'esterno in un posto soleggiato. Qui da me non c'è bisogno di rientrarli la sera perchè anche le notti sono molto calde e asciutte, magari in altre parti d'Italia potrebbe essere un accorgimento utile. Comunque, proprio a causa delle nostre temperature, in 3 giorni sono già asciugati!


Già così potrebbero andare bene, ottimi per uno snack veloce o come ingrediente di moltissimi dolci della tradizione mediterranea. Ma non mi basta: voglio renderli ancora più golosi e vi spiego come.


Su ogni metà dei fichi metto una mandorla tostata;


poi completo con una grattugiatina di scorza di limone,

 

quindi richiudo i fichi facendo combaciare i bordi. Posiziono i fichi su una teglia ricoperta di carta da forno. 


In una ciotolina mescolo due cucchiai di acqua, due cucchiaini di zucchero di canna e un pizzico di cannella. Spalmo con un pennello da cucina sui fichi e passo in forno per 15 minuti a 180°.


Ecco queste delizie appena sfornate! Conservate in barattoli di vetro: saranno dei regalini perfetti per Natale ad esempio, ma dubito che ci arriveranno! Sono stra-buoni!


Deliziatevi!


venerdì 23 agosto 2019

Torta fredda al caffè


Per tutti gli amanti del caffè, mio marito in testa, oggi propongo un cheesecake golosissimo, fresco e vellutato.


Ingredienti per la base: 350 g di biscotti secchi ( io ho scelto frollini integrali), 150 g di burro fuso.
Frullate i biscotti, amalgamateli con il burro fuso e compattate il composto sul fondo di una teglia a cerniera. Mettete in frigo a rassodare.



Ingredienti per la crema: 250 g di mascarpone, 250 ml di panna, 2 uova, 150 g di zucchero, 3 cucchiai di caffè solubile, 12 g di gelatina in fogli.
Procedete come per preparare la crema tiramisù, quindi montate i tuorli con lo zucchero e gli albumi a neve a parte.


Aggiungete il mascarpone ai tuorli e amalgamate.




Prendete un po' di panna e scaldatela in un pentolino senza portarla ad ebollizione. Sciogliete nella panna calda, il caffè e i fogli di gelatina ammollati e strizzati. Aggiungete alla crema di mascarpone, unite delicatamente il resto della panna che avrete semi-montato e infine gli albumi montati a neve.




Prendete la base ben fredda dal frigorifero e versatevi sopra la crema; rimettete in frigo per 3/4 ore.

                                     

Riprendete la torta e decorate la superficie secondo la vostra fantasia.
Ingredienti per il decoro: 250 ml di panna montata e zuccherata, praline di cioccolato fondente al caffè, caffè solubile, cioccolato fuso.


Con la panna montata fate la vostra decorazione, con un passino date una leggerissima spolverizzata di caffè solubile, guarnite con le praline e, se volete, completate con la scritta "caffè" realizzata con il cioccolato fuso. Rimettete in frigo e....ingolositevi!

lunedì 19 agosto 2019

Barattiere in insalata


Fino a poco tempo fa non sapevo che esistesse questo frutto-ortaggio; l'ho visto dal fruttivendolo, ho chiesto cosa fosse e come consumarlo ma non mi ha saputo dare grandi indicazioni, ragion per cui mi sono incuriosita ancora di più.


Eccolo qui: è poco diffuso, viene coltivato in Puglia dove viene chiamato anche "cucumarazz", ha questo colore verde, molto più chiaro all'interno e profuma di melone e cetriolo. Va consumato ancora non maturo quando la polpa è soda; è più dolce del cetriolo e molto più digeribile. Insomma all'assaggio mi ha conquistata.


Ecco come si presenta all'interno. Adesso il problema era come consumarlo: non ho trovato molte idee in rete, per cui ho voluto sperimentare.


Ho tagliato la polpa a quadrotti, dopo aver tolto i semi.


Ho aggiunto dei pomodorini e del tonno al naturale.


Ho completato con anelli di cipolla, semi di zucca tostati, basilico, olio extravergine d'oliva, sale e qualche goccia di aceto bianco.


A me è piaciuto tantissimo: vale davvero la pena provarlo!

lunedì 12 agosto 2019

Cremolata alle pesche tabacchiere


Non rientra certo tra i gusti classici della granita siciliana, ma è certo che le varianti alla frutta sono sempre più numerose a partire da quella famosissima di gelsi. In effetti il nome più corretto sarebbe cremolata in quanto realizzata con la frutta, succo e polpa compresi: il termine granita rimanda subito alla mente le fantastiche colazioni siciliane in cui è protagonista insieme alla brioche.


L'ingrediente principale è costituito dalle pesche tabacchiere, una varietà dal profumo meraviglioso e dal gusto delicato. Appena raccolte dal mio alberello, le sbuccio e le taglio a pezzetti.


Ora potete scegliere come ridurle in forma liquida: un passaverdure, un frullatore, un mixer....


Io ho optato per l'estrattore. In 500 g di succo aggiungete il succo di un limone per arrestare l'ossidazione della frutta. 


In un pentolino fate sciogliere 250 g di zucchero in 250 g di acqua; aggiungete la scorza di limone per profumare ancora di più lo sciroppo. Quando avrà raggiunto l'ebollizione, spegnete il fuoco e fate raffreddare.


Unite lo sciroppo al succo di frutta, mettete in un contenitore e fate congelare in freezer.
Quando sarà gelato, passate il tutto in un robot da cucina e otterrete una crema che non si rapprenderà più in un unico blocco.


E adesso, chiudete gli occhi e gustatela....

sabato 10 agosto 2019

Mojito cheesecake


Il mojito è uno dei cocktail pù gettonati dell'estate: siccome io non bevo alcolici, ho voluto trasferire il suo gusto in una cheesecake. Mi sono messa alla ricerca di ricette e ne ho fatto un mix: il risultato non è stato malvagio, anzi!




Per la base: 250 g di biscotti integrali, 100 g di burro
Fate sciogliere il burro e unitelo ai frollini frullati; con questo impasto fate uno strato su una tortiera con cerniera rivestita di carta da forno che ne faciliterà l'estrazione. Mettete a rassodare in frigo.


Per la crema: un barattolino di latte condensato, 200 ml di panna, 2 limoni verdi (non ho trovato il lime), 3 cucchiai di rhum, alcune foglie di menta fresca, 8 g di gelatina in fogli.

Mettete un pochino di latte condensato in una ciotola con le foglioline di menta (ne ho messe 5) e con il mixer frullate bene.


Aggiungete la scorza grattugiata dei due limoni e il loro succo, il rhum. In una parte di panna scaldata fate sciogliere i fogli di gelatina ammollati nell'acqua e strizzati. Uniteli al latte e frullate. Montate il resto della panna e unitelo al composto. Come avrete notato non c'è zucchero perchè il latte condensato è già molto dolce. Versate il composto sulla base di biscotti e fate solidificare in frigo.


Per la decorazione: tagliate a fettine due limoni e ricopriteli con uno sciroppo di acqua e zucchero 2:1. Tenete in frigo per un paio d'ore. Il liquido ci servirà per la gelatina di copertura mentre le fettine di limone per la decorazione. Trascorso il tempo indicato, prendete lo sciroppo, fatelo scaldare e sciogliete in esso la gelatina ( in 250 ml di sciroppo, 6 g di gelatina). Se volete dare una nota di colore, aggiungete un pizzico di colorante giallo in polvere. Versate il gel tiepido sulla cheesecake e fate raffreddare.





Decorate la torta con le fette di limone, ciuffetti di menta e un pizzico di granella di pistacchi di Bronte per dare una nota di verde. Buon party! Perfetta per la notte di San Lorenzo!

giovedì 8 agosto 2019

6 + 1 primi di pesce per Ferragosto


Si avvicina il Ferragosto e magari vogliamo preparare il pranzo per la nostra famiglia e per i nostri amici: qui di seguito vi propongo 6 gustosissimi primi a base di pesce o crostacei, davvero molto semplici e veloci.

                                     

Pappardelle con gamberetti e pomodorini secchi: clicca qui per la ricetta


Linguine trionfo di alici: clicca qui per la ricetta


Spaghetti alle triglie: clicca qui per la ricetta


Maccheroncini al nero di seppia: clicca qui per la ricetta


Linguine alle cicale: clicca qui per la ricetta


Linguine in nero:clicca qui per la ricetta

                                     

Risotto di mare per gli amici intolleranti al glutine: clicca qui per la ricetta
Buon Ferragosto a tutti!