google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

mercoledì 27 febbraio 2013

L'orto nel freezer

Spesso ho detto che vivo in campagna, che amo i prodotti naturali, che mi piace fare la contadina, per cui ho realizzato un orto che periodicamente mi offre tanti buonissimi doni. Se devo seguire la stagionalità però non sempre posso avere tutto a disposizione, malgrado il clima della mia regione non crei particolari problemi, tranne nei mesi più caldi, quando le temperature sono elevate. Per farla breve, in questo periodo raccolgo molti cipollotti, sedani e carote, in misura maggiore del mio fabbisogno, quindi metto mano al mio robot e preparo il trito per i soffritti, fresco e sempre pronto.


Faccio tritare sedano. carota e cipolle in quantità equilibrate;


Quando raggiungono la consistenza che mi soddisfa, riempio tanti bicchieri di plastica che opportunamente coperti prima con la pellicola e poi nei sacchetti, mi aspetteranno in freezer. 
Sono una soluzione in tantissimi casi: quando avete poco tempo o quando non avete fatto la spesa!



martedì 26 febbraio 2013

Risotto zucca e salsiccia


 E' un risotto facilissimo e molto saporito: unisce la dolcezza della zucca alla notevole "personalità" della salsiccia ragusana. Per ogni persona calcolate 70 g di riso e 80 g di salsiccia, 50 g di zucca, brodo vegetale e parmigiano per completare.


Fate rosolare la salsiccia in poco olio e sbriciolatela.


Intanto prendete la zucca che vi serve, tagliatela a tocchetti.


Frullatela e aggiungetela al riso che avrete fatto leggermente tostare insieme alla salsiccia.


 Aggiungete quindi del brodo e fate terminare la cottura.


Aggiungete parmigiano a piacere e gustatelo!



lunedì 25 febbraio 2013

Marmellata di mandarini e kumquat


E' stagione di agrumi ormai da qualche mese: nel mio giardino c'è esplosione di mandarini e limoni; ho anche in veranda un piccolo alberello di kumquat che ha fruttato almeno 300 g di piccole delizie. Per prolungare nel tempo il loro aroma ho deciso di sperimentare questa marmellata.


Comincio a sbucciare alcuni mandarini con un coltellino affilato cercando di prendere soltanto la parte arancione della buccia ricca di oli essenziali.


In un pentolino faccio bollire per tre volte consecutive cambiando l'acqua ( per togliere l'amaro).

 
Faccio la stessa cosa con i 300 g di kumquat ( dalle mie parti vengono chiamati mandarini giapponesi) lasciandoli interi.


Intanto tolgo tutte le pellicine bianche ai mandarini ( non ho detto ancora il peso perchè poi al netto, insieme ai kumquat dovranno essere 1 kg); taglio tutti gli spicchi a pezzetti eliminando i semi. 


Faccio altrettanto con i kumquat.


Sbuccio una mela e la taglio a piccoli pezzi : mi servirà per addensare la mia marmellata; la mela contiene pectina che è un gelificante naturale.


Peso ora la frutta fino al raggiungimento di 1 kg e aggiungo 600 g di zucchero. Metto in una pentola e faccio bollire a fuoco basso mescolando spesso. Dopo circa 45 minuti la marmellata è pronta.


Per essere sicuri potete fare la prova piattino; verso in vasetti sterilizzati, chiudo ermeticamente mettendo i barattoli capovolti per creare il sottovuoto.


Con una colazione così qualsiasi giornata sarà meravigliosa!
''Con questa ricetta partecipo al contest di Una Fetta Di Paradiso "Dolci Agrumati”


sabato 23 febbraio 2013

Gamberetti marinati


Adoro i piatti di crostacei o pesce marinati: quando ho l'occasione di poter adoperare del materiale freschissimo, ne approfitto.


Ho sgusciato i gamberetti, li ho lavati,


li ho conditi con sale, olio extravergine d'oliva, succo di limone e una spruzzatina di succo d'arancia; a piacere si può aggiungere pepe nero o rosso.


Ho aggiunto qualche fogliolina di timo e ho decorato con granella di pistacchio.


Ho impiattato insieme ad una insalatina mista e ad una fetta di limone. E' un antipasto divino!






giovedì 21 febbraio 2013

Insalata siciliana


D'inverno è presente sulla mia tavola molto spesso, la adoro.


Come la maggior parte dei piatti siciliani è semplicissima, fantasticamente fresca e gustosa; gli ingredienti sono arance (io ho usato quelle Navel), finocchi, olive nere, olio, sale, peperoncino.
Tagliate le arance a fette eliminando la parte bianca, i finocchi a listarelle, aggiungete le olive e condite.


Servite come la vostra fantasia vi suggerisce. 
Mangiatene a volontà perchè è un pieno di vitamine e fibre!

mercoledì 20 febbraio 2013

Giallo d'inverno


Ho messo insieme alcune cose che mi piacciono tanto per costruire un antipasto in giallo: crostoni di pane con crema di zucca, patate con maionese al prezzemolo, cubetti di ragusano DOP al miele di carrubo.


Tagliare delle fette di pane e farle tostare.


Per la crema di zucca: fate cuocere sulla placca del forno la zucca,  quindi frullatela.


Aggiungete il purè di zucca a due patate lessate, schiacciate e soffritte in padella con olio e una cipollina tagliata finemente. Aggiustate di sale e insaporite con del parmigiano grattugiato. Mettete il composto in un sàc a poche e farcite i crostoni; decorate con una mandorla.


Aggiungete alla maionese del prezzemolo tritato e qualche goccia di succo di limone; tagliate delle patate lesse a rondelle e sistematele sul piatto vicino alla salsa.
Tagliate dei cubetti di ragusano DOP o di pecorino stagionato e irrorateli con un cucchiaio di miele (io ho scelto quello di carrubo che è tipico della mia provincia). Con il rigalimoni ricavate dalla scorza di un limone dei filetti e guarnite il piatto.



Buon appetito!
Questa ricetta partecipa al contest

lunedì 18 febbraio 2013

Crêpes alle mele in giallo


E' inverno, fa freddo ma ho tanta voglia di sole, di colore: Giallo, sì, il colore del sole, del calore, della vita e aggiungiamo anche del sapore.

 
 Preparate delle crepes con 120 g di farina, 60 g di zucchero, 2 dl di latte, due cucchiai di brandy, una nocciolina di burro fuso, un pizzico di sale.


Versate nel padellino e cuocete le crepes.


Per il ripieno sbucciare tre mele, tagliatele a dadini, mettetele in una padella antiaderente con tre cucchiai di zucchero, il succo di un limone, cannella a piacere, uvetta e pinoli. Fate caramellare.


Farcite ogni crepe con il composto e piegatela a ventaglio. Avrete preparato a parte anche una crema pasticcera che ci servirà per completare il dolce.


Sistemate le crepes nel piatto, decorate con la crema pasticcera alla quale avrete aggiunto delle gocce di cioccolato, con un fiore formato da kumquat tagliati a metà e buccia di limone, con petali di rosa gialla non trattata. Spolverizzate di zucchero a velo. Deliziatevi! 


Questa ricetta partecipa al contest

domenica 17 febbraio 2013

Tortelloni al radicchio e noci



Solita capatina nell'orto: il radicchio dice: - Raccoglimi! Anche il cipollotto gli fa eco. Non è tempo di insalate, ci vuole qualcosa di più ....


Taglio il radicchio e il cipollotto a listarelle sottili, li metto in una padella con olio extravergine e...


li faccio stufare coprendo con il coperchio.


Appena cotti li frullo con il mixer.


Aggiungo 100 g di Philadelphia ( oppure ricotta), del parmigiano grattugiato e regolo di sale. 


Intanto mi preparo la sfoglia ( al solito 100 g di semola e 1 uovo per persona). 


Stendo la pasta, ricavo dei quadratini e sistemo il ripieno ( freddo) all'interno di ciascuno.


Formo dei tortelli  che andranno poi tuffati nell'acqua bollente salata.


Preparo la salsa facendo scaldare della panna da cucina che insaporirò con alcune foglioline di maggiorana.


Completo il piatto con una manciata di noci e una spolverata di parmigiano.
Buona domenica!