google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

venerdì 28 dicembre 2012

Verdure spontanee: la borraggine, "i burraini"


C'è bisogno di disintossicarsi dalle grandi abbuffate natalizie; in previsione di nuove maratone gastronomiche di fine anno, potremo staccare un po' con una verdura che sembra tanto ostile (soprattutto alle mani) ma che in realtà risulta essere dolce, con molte virtù benefiche. I prati vicino casa mia sono ricchissimi in questo periodo di erbette commestibili: ho intravisto delle piantine di borraggine e ne ho raccolto un bel po'.


L'unico problema è la pulitura e il lavaggio in quanto le foglie sono "lievemente" urticanti; bisogna ripassarle molte volte in acqua abbondante perchè trattengono facilmente terriccio e sabbia.


Sbollentare la verdura in acqua bollente: dato che è molto tenera non ha bisogno di tempi lunghi.


Fate rosolare dell'aglio in olio extravergine d'oliva e una generosa spolverata di peperoncino.


Aggiungete la borraggine scolata e due cucchiaiate di pomodoro; lasciate insaporire qualche minuto e servite.





0 persone hanno commentato:

Posta un commento