google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

martedì 30 aprile 2013

Fragole nel cedro al profumo di basilico






Vi ho già parlato del cedro, "pirettu" in dialetto ibleo: dato che il mio albero è particolarmente generoso, oggi lo voglio utilizzare come contenitore aromatico per le mie fragole. Le fragole biologiche sono buone al naturale, non hanno bisogno di condimenti particolari per la loro dolcezza. Le ho semplicemente lavate, tagliate, ho aggiunto un cucchiaio di zucchero di canna e le ho lasciate qualche minuto a rilasciare il loro fantastico succo. Le ho sistemate nei cestini di cedro ottenuti semplicemente svuotando i frutti e realizzando i manici con una fetta di scorza "appuntata" con degli stecchini. Un aroma e un profumo particolare sarà conferito alle fragole anche dal basilico appena colto!


L'elogio della semplicità


lunedì 29 aprile 2013

Frittata di carciofi


 La frittata di cuori di carciofo è una specialità di mia mamma: lei la prepara in modo spettacolare! Io ho adottato qualche barba-trucco perchè ho qualche problema nel "rigirare le frittate": la cuocerò in forno.



La parte più antipatica del lavoro è pulire i carciofi, mettere i cuori in acqua acidulata con succo di limone per non farli annerire. tagliarli a fettine sottili.


Ho unto una teglia con olio d'oliva e ho spolverato con pane grattugiato.


La quantità di uova da usare dipende dal numero di commensali e dalla quantità di carciofi: il composto deve essere non troppo fluido, ma deve legare bene ( in genere noi calcoliamo due uova per persona). Ho messo in una ciotola le uova, l'erba cipollina tagliata sottilmente (mia mamma mette aglio e prezzemolo), sale, pepe nero, caciocavallo grattugiato, due patate piccole lessate tagliate a pezzetti e da ultimi i cuori di carciofo.


Mescolate bene, versate il composto nella teglia e infornate a 200° per 30 minuti.


Sformate e se volete, decorate con cuori di carciofo sbollentati che avrete tenuto da parte.


Buon appetito!

sabato 27 aprile 2013

Pavesini nutella e mascarpone

 

La semplicità di questi dolcetti è massima: proprio per questo non avevo pensato mai di pubblicare la ricetta, in quanto mi dicevo che essendo troppo "stupida" come preparazione, sarebbe stato come scrivere che gli spaghetti si cuociono in acqua bollente. Eppure questi biscottini farciti  mi riportano ai primi dolci preparati da adolescente mentre mamma non c'era, ai pomeriggi passati con le compagne di scuola, quando invece di studiare si pasticciava e si spettegolava.  Insomma è un dolce che evoca ricordi della giovinezza: fatto sta però che piace a tutti quasi come il tiramisù.


Occorrono: una confezione di pavesini, 250 g di mascarpone, nutella, polpa di cocco grattugiata, caffè espresso. Spalmare su metà dei biscotti la nutella e sull'altra metà il mascarpone, quindi incollarli tra loro.


Preparare il caffè, zuccherarlo leggermente; intingere molto velocemente i biscotti nel caffè e rotolarli nel cocco, quindi disporli su un piatto e metterli in frigo.


Non ditelo in giro però, altrimenti non li troverete al momento di servirli: uno tira l'altro!




venerdì 26 aprile 2013

Fave verdi con cipollotti freschi


In questa stagione le fave verdi, "faviane" in dialetto, si trovano facilmente quasi in ogni orto con le loro belle piante dalle foglie argentee: tra qualche settimana saranno già finite, quindi dobbiamo approfittarne per consumarle. Oggi vi mostrerò come si preparano tradizionalmente nella maniera più semplice.


Io non amo molto sbucciarle, se devo essere sincera: per questo mi aiuta il mio maritino che per amore delle fave si sacrifica!


Togliamo poi quella calottina che sta su ogni fava che in dialetto si chiama "u nasiddu" e le laviamo.


Prendiamo dei bei cipollotti freschi, tagliamoli finemente e mettiamoli insieme alle fave in una pentola con olio extravergine d'oliva. Facciamo rosolare senza mescolare con il cucchiaio per non far rompere le fave, noi diciamo a "batta-batta" cioè facendole saltare nella pentola; aggiustiamo di sale e pepe nero; se sono tenere basterà un quarto d'ora perchè siano cotte.


Sistemiamole nel piatto aggiungendo dell'olio a crudo e completiamo con fette di pane tostato e peperoncino.


Buon appetito!


giovedì 25 aprile 2013

Fragole in coppa con pistacchi e cioccolato


Con l'aumento della temperatura nell'orto le fragole maturano velocemente: io le adoro anche al naturale, ma quando mi prende quella ...voglia di dolce... le preparo così; è una preparazione velocissima, non molto calorica e goduriosa! 


Tagliate le fragole a pezzetti e aggiungete due cucchiaini di zucchero di canna.


Lasciatele in frigo per qualche minuto in modo che rilascino il loro succo; sistemate in una coppa le fragole, versateci sopra dello yogurt alla vaniglia, decorate con pistacchi, cioccolato fuso o topping al cioccolato della Fabbri, qualche fragola che avrete lasciato intera, una zagara di limone e due foglioline di menta glaciale.


Da leccarsi i baffi!

mercoledì 24 aprile 2013

Pizzette morbide


Se dovete organizzare un aperitivo o un buffet sono perfette, mettono d'accordo tutti i palati, ma ancor di più se state organizzando un party per bambini, ecco ciò che dovete fare. Voi direte:- Bella novità le pizzette! In realtà le mie hanno qualcosa di diverso: sono morbidissime! Quando dico le mie non significa che le abbia inventate io, ma piuttosto che rappresentano uno dei miei piatti " di sicuro successo"

Qual è l'ingrediente segreto? Basta aggiungere all'impasto classico della pizza ( 1\2 kg di semola, 1\2  kgdi farina 00, acqua, sale,  mezzo panetto di lievito di birra, tre cucchiai d'olio d'oliva), due grosse patate lessate e schiacciate.


Realizzate un panetto morbido e mettete a lievitare per almeno un'ora coperto con un panno umido.


Passato il tempo stendete la pasta con il mattarello in una sfoglia sottile ( potreste fare le pizzette con le mani, ma essendo il numero elevato, in questo modo vi sbrigate prima), ritagliate tanti dischetti e sistemateli su una teglia rivestita di carta da forno.


Intanto che riprendono la lievitazione che abbiamo interrotto con il mattarello, predisponiamo gli ingredienti che più ci piacciono (io le ho condite con una salsa di pomodorino ciliegino, che per la sua dolcezza piace molto ai bambini, provoletta ragusana fresca, wurstel e olive nere).



Cospargete di origano (non ho messo olio perchè già era nella salsa) e infornate a 180° per 20 minuti. Se volete assaggiarne una fatelo subito, vanno via in un lampo!







lunedì 22 aprile 2013

Farfalle con crema di zucca e pancetta croccante


Questa ricetta è di quelle che si preparano in dieci minuti, quando arrivate a casa tardi e dovete approntare un piatto che vi soddisfi in pochissimo tempo. Durante l'inverno ho provveduto a conservare in freezer la bontà delle mie zucche, preparando una purea che ho messo in piccoli contenitori. è un'idea salva-pranzo!


Mentre la vostra pasta cuoce, fate rosolare dei cubetti di pancetta con olio extravergine d'oliva;


quando sarà croccante aggiungete la purea, regolate di sale e se vi piace aggiungete qualche rametto di rosmarino (io qui non l'ho messo perchè mio marito non lo ama). 


Fate saltare in padella le farfalle e abbondate con il parmigiano: è una leccornia!

domenica 21 aprile 2013

Children- cake



E' una torta semplice, ma divertirà i vostri bimbi di sicuro; dovrete attrezzarvi a preparare i vari elementi con qualche anticipo così da assemblarli al momento giusto.


Per preparare i bimbi-biscotto consultate il mio post http://cannellaegelsomino.blogspot.it/2013/02/biscottini-come-due-bambini.html
Potete personalizzare i biscottini facendoli assomigliare ai vostri piccoli invitati; realizzate con la frolla anche tanti cuoricini, piccoli fiori,....


Preparate il pan di spagna (ricetta vedi http://cannellaegelsomino.blogspot.it/2012/12/torta-ricotta-e-cioccolato-per-il.html ); tagliatelo in tre strati.


Preparate una crema pasticcera al gusto cioccolato e farcite il pan di spagna.


Mettete la torta a rassodare in frigo per qualche ora, quindi fate sciogliere del cioccolato fondente a bagnomaria, aggiungendo un cucchiaino di Nutella ( renderà il cioccolato meno croccante quando è freddo). Spalmate il cioccolato fuso su tutta la torta e guarnite la superficie con pistacchi in granella e i fiorellini di frolla.


Aiutandovi con il cioccolato fissate sul bordo della torta i biscotti-bimbo come a voler formare un girotondo. Se avete molti invitati fate la torta con un diametro maggiore così da poter inserire più biscotti, in modo che ogni bambino ne abbia uno.


Buona festa!



sabato 20 aprile 2013

Biscotti al mandarino


Questi biscotti sono così buoni che non mi hanno dato neanche il tempo di fare una bella foto: volati via! Ingredienti: per la pasta 250 g di farina, 100 g di burro, 70 g di zucchero, 1\2 bustina di lievito, 1 uovo, la buccia grattugiata di due mandarini, un pizzico di colorante alimentare giallo; per il ripieno 200 g di mandorle spellate, 100 g di zucchero, la buccia grattugiata di 2 mandarini, il succo di 4 mandarini oppure del liquore al mandarino; per la glassa 100 g di zucchero a velo, qualche goccia di succo di mandarino, pochissimo albume.


Formare con gli ingredienti della pasta un panetto che lascerete riposare in frigo per un'ora.


Intanto preparate la farcia con le mandorle.


Stendete con il mattarello due rettangoli di pasta sottili della stessa misura e spalmatene uno con il ripieno.




Coprite con il secondo rettangolo, chiudete bene i bordi e bucherellate la superficie con una forchetta. infornate a 180 ° per 30 minuti. Togliete la placca dal forno e fate raffreddare.



Preparate la glassa in modo che sia fluida e ricoprite tutta la superficie del dolce; fate rapprendere e tagliate i biscotti a rettangolini.


Sbrigatevi ad assaggiarli altrimenti finiscono!