google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

domenica 2 febbraio 2014

Non le solite "chiacchiere"

 

Carnevale: tempo di chiacchiere! Oggi ho deciso di prepararle, ma siccome il mio tasso di golosità è altissimo, non le lascerò da sole.


L'impasto è quello classico: 250 g di farina 00, un cucchiaio di zucchero, una presa di sale, cannella, buccia grattugiata d'arancia, un uovo, grappa o brandy quanto basta per un impasto compatto.

Ricavate una sfoglia sottile e tagliatela a vostro piacere: io ricavo dei rettangoli ai quali pratico un taglio al centro; faccio passare una estremità del rettangolo attraverso il taglio e si ottiene una specie di nodo; giusto per dar loro un po' di movimento, non come quelle pronte nei panifici o nelle pasticcerie che sembrano tegole schiacciate.

Friggete in olio di arachide; fate asciugare su carta da cucina.


Cospargete di zucchero a velo e cannella! Il dolce sarebbe finito, ma io...


Prendo una ricottina fresca, aggiungo dello zucchero a velo, delle gocce di cioccolato e con il mixer ottengo una crema.


Preparo un caffè espresso, lo zucchero e per rinforzarlo aggiungo un po' di liquore al caffè.
Imbevo dei savoiardi con questo composto che andrò a sistemare sul fondo delle coppette (voglio fare dei dolci monoporzione). Con un sac à poche sistemo la crema di ricotta, cospargo di granella di pistacchio e ci tuffo la mia chiacchiera.


Scegliete voi adesso se sono buone da sole o in compagnia!


2 commenti:

  1. Ciao Franca, ho visto che le hai accompagnate con una crema alla ricotta,quest'idea non è per niente male, complimenti.

    RispondiElimina
  2. Sei una grande in cucina, complimentissimi ed un abbraccio

    RispondiElimina