google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

venerdì 26 giugno 2015

Cremolata di fragole

 

La cremolata merita un posto di riguardo nella tradizione dolciaria siciliana: in estate è protagonista, insieme all'immancabile brioche, delle colazioni dell'isola. La differenza sostanziale tra cremolata e granita è la presenza di purea di frutta.


La frutta deve essere naturalmente freschissima e non trattata. Ecco le dosi della mia cremolata di fragole: 450 g di fragole frullate, 250 g di acqua, 300 g di zucchero, 50 g di glucosio (che potete sostituire con del miele d'acacia), 1 limone.


Frullate le fragole e unite il succo del limone, che manterrà il loro colore molto vivo.


Preparate lo sciroppo facendo bollire l'acqua con lo zucchero, il glucosio e la scorza di limone. Fate raffreddare lo sciroppo.


Unite lo sciroppo alla purea di fragole e mettete in freezer fino a quando si sarà solidificata. Potete rimescolare ogni mezz'ora oppure frullare in un mixer dopo che si è solidificata, vedrete che rimarrà cremosa anche se la rimettete nel congelatore.


Non vi resta che provarla!

mercoledì 24 giugno 2015

Biscotti di frolla con composta di gelsi neri e fragole

 

Mi piace approfittare dei frutti che ogni stagione ci offre per godere appieno dei profumi, dei colori e dei sapori con cui ci deliziano.


 Oggi ho raccolto gli ultimi gelsi neri e un po' di fragole: ho messo in una pentola 250 g di gelsi e 250 di fragole con 250 g di zucchero.


Ho aggiunto una buccia  e il succo spremuto di mezzo limone. Ho fatto cuocere a fuoco dolce per 20 minuti e fatto raffreddare.


Ho preparato una frolla con 500 g di farina 00, 200 g di zucchero, 2 uova, 250 g di burro, sale, mezzo cucchiaino di lievito, buccia grattugiata di limone, semi di vaniglia.



Ho fatto riposare in frigo la pasta per un'ora.



Ho steso la frolla con un mattarello e con le formine che avevo ho realizzato dei biscotti.  Ho farcito al centro con la composta e ho infornato a 180° per 15 minuti.



Potete utilizzare qualsiasi tipo di frutta per variare la tipologia dei gusti! Spolverizzate di zucchero a velo.


Sono buonissimi!

lunedì 22 giugno 2015

Spaghetti alle triglie

 

Per chi ama le triglie, come me, questo è un primo meraviglioso: adatto ai pranzi estivi per la velocità con cui si può preparare e per la semplicità degli ingredienti.


Se non avete molta pazienza fatevi sfilettare le triglie dal vostro pescivendolo (mezzo kg per 4 persone è sufficiente).


Io me le sfiletto da sola per controllare che non siano rimaste lische.


E anche per un altro importante motivo: con le teste e le lische preparo il sughetto. Le faccio soffriggere con uno spicchio d'aglio ed olio extravergine d'oliva, una foglia di alloro e qualche grano di pepe. Bagno con del vino bianco e poi aggiungo un bicchiere d'acqua. Filtro bene il sugo che si forma.


Prendo la metà dei filetti, li infarino nella semola di grano duro e li faccio dorare in olio di arachide (mi serviranno per guarnire il piatto). Faccio rosolare in olio extravergine di oliva due spicchi d'aglio,  aggiungo le rimanenti triglie, il sale, un po' di pepe, il sugo che avevo preparato; faccio saltare 350 g di spaghetti cotti al dente dentro questo intingolo e completo con prezzemolo fresco tritato. Guarnisco il piatto con i filetti di triglia fritti.


Buon appetito!

mercoledì 17 giugno 2015

Yogurt gelato variegato alla ciliegia

 

Caldo, estate in arrivo e ultime ciliegie.........
Cosa c'è di meglio che un fresco e sano gelato?


Fate sciogliere in un pentolino 80 g di miele, un cucchiaio di sciroppo di glucosio e un cucchiaino (circa 5 g) di farina di semi di carrube. Fate intiepidire fin quando si siano sciolti e amalgamati tutti gli ingredienti.


Fate raffreddare e unite il composto a 500 g di yogurt bianco dolce. Rimettete in frigo.


Passata un'ora circa mettete il composto in una gelatiera e fate mantecare.


In precedenza avrete snocciolato 100 g di ciliegie (al netto dei noccioli); dopo averle lasciate in frigo con 100 g di zucchero di canna o semolato e una buccia di limone per qualche ora, (in modo che rilascino tutto il loro succo), mettete sul fuoco e fate addensare per 15 minuti dopo l'ebollizione. Fate quindi raffreddare.


Quando il gelato è pronto unite la composta a cucchiaiate.


Con il cucchiaio create velocemente  dei vortici senza mescolare troppo. Fate stabilizzare in freezer per un paio d'ore.


Gustatelo! Adatto per una fresca e sana merenda dei vostri bimbi!

"CON QUESTA RICETTA PARTECIPO AL CONTEST DI CUCINA IN         CUCINA DI GIUGNO-LUGLIO 2015 "LE CILIEGIE" DI BARBARA OSPITATO DAL             BLOG SABRINAINCUCINA.

http://sabrinaincucina.blogspot.it/2015/06/contest-di-cucina-in-cucina-di-giugno.html

lunedì 15 giugno 2015

Involtini di pesce spatola al pistacchio


Un pesce povero che diventa ricca delizia: un classico della cucina siciliana!


Fatevi sfilettare dal pescivendolo un pesce spatola: a seconda della sua dimensione potrete ricavare più o meno porzioni: calcolate che per ogni persona vi serviranno 2 pezzi da 15 cm circa. mettete il pesce a marinare con olio extravergine d'oliva e fettine di limone per un paio d'ore in frigo.


Preparate una panure con del pangrattato aromatizzato con pepe nero e foglioline di timo.


Prendete una porzione di pesce e metteteci al centro un cucchiaino di granella di pistacchio di Bronte. Arrotolate e se volete fermate con uno stecchino, ma non è necessario.


Preparate un uovo, battetelo con una forchetta, salate e passatevi gli involtini che andranno poi rotolati nel pangrattato.


Sistemateli in una teglia rivestita di carta da forno, irrorateli di olio extravergine e infornate per 20 minuti a 180 °. 5 minuti prima di sfornare aggiungete una leggera spruzzata di vino bianco.


Buon appetito!

giovedì 11 giugno 2015

Crostata di frolla al mascarpone, mele e bacche do goji


Se vi piacciono le crostate non convenzionali, eccone una!


Cominciamo dalla pasta frolla: 250 g di mascarpone, 150 g di zucchero di canna integrale, due tuorli, 200 g di farina 00, 150 g di farina di grano saraceno, un pizzico di sale, un cucchiaino di lievito.


Impastate velocemente con le mani fino a formare un panetto.


Copritelo con la pellicola e fate riposare in frigo per un'ora.


Sbucciate 4 mele e tagliatele a pezzetti; spremetevi sopra mezzo limone per evitare che anneriscano. Aggiungete 50 g di zucchero di canna e un cucchiaino di cannella. Mettete nel composto i gherigli di 10 noci spezzettati.


Unite quindi 50 g di bacche di goji e 50 g di uvetta che avrete fatto rinvenire prima in un bicchiere di acqua.

Stendete la frolla e foderate uno stampo per crostate. Sbriciolate sulla frolla qualche biscotto (servirà ad assorbire  l'umidità delle mele.


Sistemate il ripieno dentro la frolla, decorate e infornate a 180° per 30 minuti.



E' eccezionale!
Per gli amici intolleranti al glutine, basta sostituire la farina 00 con quella di riso!

sabato 6 giugno 2015

Cheesecake yogurt e fragole

  

Questa cheesecake risulta particolarmente fresca, adatta per il periodo primaverile; potete realizzarla con la frutta che più vi piace e il risultato sarà sempre sorprendente,


Montare parzialmente 200 g di panna.


Mettete 50 g di yogurt bianco dolce in un pentolino, fate intiepidire e fate sciogliere 12 g di gelatina in fogli.


Unite delicatamente la panna, 450 g di yogurt e lo yogurt con la gelatina


Intanto prima avrete preparato la base con 300 g di frollini integrali frullati e 120 g di burro fuso. Dopo averla fatta solidificare in frigo, versateci sopra la crema allo yogurt.


Livellate molto bene e inserite delle fragole intere, private del picciolo, a intervalli regolari (in modo che in ogni fetta ne compaia almeno una). Mettete in frigo per due ore.


Per la copertura frullate 300 g di fragole con 100 g di zucchero a velo. Prendete una piccola parte del frullato e fatevi sciogliere in un pentolino 8 g di gelatina in fogli. Unite quindi i due composti e versateli sulla cheesecake fredda. Rimettete in frigo.


Guarnite ogni porzione con delle fragole fresche.