lunedì 27 marzo 2017

Biscotti integrali al muesli


Da tempo preparo i biscotti per la nostra colazione: realizzare i biscotti in casa è un meraviglioso antistress e la salute ne guadagna di sicuro. Ho sperimentato questi biscotti al muesli, che mi piace tantissimo, e il risultato non è male!


Ho pesato 180 g di muesli a cui ho aggiunto 20 g di semi di sesamo.


Ho aggiunto 200 g di farina integrale di grano tenero.


Invece dello zucchero ho preferito mettere due belle cucchiaite di miele d'arancio (perdonatemi se questo non l'ho pesato).


Ho aromatizzato con i miei aromi preferiti: cardamomo, polvere d'arancia e cannella.


Per impastare ho aggiunto 3 uova e 40 g di olio di semi di girasole. Ho ottenuto un impasto colloso.


Ho distribuito l'impasto a cucchiaiate sulla placca da forno e ho infornato a 180° per 15 minuti.


Eccoli, meravigliosi, pronti da sgranocchiare anche come pausa merenda!


giovedì 23 marzo 2017

Corona di bignè con crema al limone

 

Questa corona di pasta choux farcita con crema pasticcera al limone è una delizia per il palato: riesce a mettere d'accordo proprio tutti, grandi e piccoli. E' un dolce perfetto per il pranzo della domenica e potete prepararla con anticipo.


Ingredienti per la pasta choux: 300 ml di acqua, 80 g di burro, 170 g di farina, 3 uova, un pizzico di sale. Fate sciogliere il burro nell'acqua che avrete messo sul fuoco; appena bolle, versate la farina tutta in un colpo.


Mescolate con un cucchiaio finchè non si staccherà dalle pareti della pentola. Fate intiepidire, quindi incorporate le uova, uno per volta, continuandoi a mescolare.


Mettete il composto in un sac à poche con la bocchetta a stella.


Disegnate sul rovescio della carta da forno che posizionerete sulla placca, un cerchio grande e uno piccolo concentrici. Avrete così i punti di riferimento per ottenere una corona perfetta. Fate un primo strato con cerchi via via più piccoli.


Poi un secondo strato formando delle rose di pasta.


Infornate a 200° per 20 minuti, abbassate la temperatura a 180° e proseguite la cottura per altri 20 minuti. Gli ultimi 10 minuti lasciate uno spiraglio nel forno, in modo che possa uscire l'umidità. Fate raffreddare e tagliate a metà. Farcite con la vostra crema preferita: panna montata, crema pasticcera, crema diplomatica o al cioccolato.....  Io ho utilizzato una crema pasticcera al limone e ho completato la guarnizione del dolce con dei grossi fragoloni e una bella nevicata di zucchero a velo.



lunedì 20 marzo 2017

Couscous di cavolfiore e verdurine

 

In Sicilia il couscous è un piatto tipico, non c'è bisogno che io lo decanti. Questo però di couscous ha solo il nome perchè in realtà è privo completamente di carboidrati, essendo i suoi ingredienti, esclusivamente vegetali. E' perfetto per gli intolleranti al glutine, per i vegani, per tutti!


L'ingrediente principale è il cavolfiore bianco; sceglietene uno molto duro e non sgranato.


Tagliate le cimette e fatele sbollentare per 3/4 minuti in acqua salata nella quale avrete aggiunto un cucchiaino di curcuma. Questo servirà a colorare il nostro cavolfiore.


Facciamo raffreddare il cavolfiore  e tagliuzziamolo finemente con un coltello. sarà molto semplice perchè essendo semi-crudo sgranerà molto facilmente.


Adesso potete sbizzarrirvi ad aggiungere le verdure che preferite: piselli, carote, sedano, olive.... Naturalmente le sbollenterete velocemente lasciandole croccanti. Aggiungete della mentuccia tritata e olio extravergine d'oliva.


E' pronto! Sorprenderete anche i più scettici!

mercoledì 15 marzo 2017

Sfogliata ragusana di ricotta e salsiccia


Questa è una tipica preparazione degli iblei, una variante della "nfigghiulata" che tradizionalmente si prepara nel periodo pasquale; viene chiamata a Ragusa "u sfuogghiu" per la caratteristica della sfoglia. Gli ingredienti come al solito sono semplici e del territorio:
250 g di semola di grano duro, 80 g di strutto, un uovo, 500 g di ricotta, 250 g di salsiccia, sale.


Impastate la semola semplicemente con acqua tiepida e sale.


Tirate la sfoglia in tante strisce sottili.


Fate sciogliere lo strutto in un padellino.


Ungete la prima sfoglia con lo strutto servendovi di un pennello.


Sovrapponete un'altra striscia di pasta e ripetete l'operazione fino a quando avrete finito tutta la pasta.


Arrotolate ora gli strati come vedete nella foto fino a formare un cilindro.


Avvolgete il cilindro nella pellicola e fate riposare in frigo per mezz'ora. Tagliate ora il cilindro in 4.


Spianate con il mattarello ogni girella fino ad ottenere dei dischi.


 

 Sistemate all'interno di due dischi prima la ricotta e dopo la salsiccia sbriciolata.


Coprite con l'altro disco di pasta facendo attaccare bene i bordi, quindi tagliate tutt'attorno dei raggi che andranno ripiegati verso l'interno alternandoli. 

Spalmate la superficie con l'uovo sbattuto e infornate a 180° per 30 minuti. 


La sorpresa per il palato sarà il contrasto tra la croccantezza friabile della sfoglia e la morbidezza succulenta del ripieno: proprio come la Sicilia, terra di contrasti.

Con questa ricetta partecipo al contest  

lunedì 13 marzo 2017

Pappardelle mediterranee ai carciofi e menta


Questo primo metterà d'accordo proprio tutti, onnivori, vegetariani e vegani: io lo adoro semplicemente perchè è buonissimo come tutti i piatti poveri della cucina mediterranea.


Facciamo tostare il pangrattato (di pane a pasta dura di grani siciliani e lievito madre) con dell'olio extravergine d'oliva. Quando lo vedremo imbiondire aggiungeremo un cucchiaino di salsa di pomodoro molto ristretta oppure di concentato.


Completiamo la tostatura e aggiungiamo del peperoncino e del prezzemolo tritato molto finemente.


Puliamo i carciofi, tagliamo a fettine i cuori e li immergiamo in acqua acidulata con succo di limone.

 


Facciamoli saltare in padella con olio extravergine, aglio e foglie di menta. Non li faremo cuocere molto perchè devono restare croccanti. Saliamo. Cuociamo le pappardelle al dente e facciamole saltare in padella con i carciofi. Completiamo il piatto con il pangrattato tostato e aromatizzato.



Buon appetito!

mercoledì 8 marzo 2017

Frittata di carciofi al forno




 La frittata di cuori di carciofo è una specialità di mia mamma: lei la prepara in modo spettacolare! Io ho adottato qualche barba-trucco per renderla un po' più leggera: la cuocerò in forno. Tradizionalmente si fa in padella, sia chiaro!



La parte più antipatica del lavoro è pulire i carciofi, mettere i cuori in acqua acidulata con succo di limone per non farli annerire. tagliarli a fettine sottili.


Ho unto una teglia con olio d'oliva e ho spolverato con pane grattugiato.


La quantità di uova da usare dipende dal numero di commensali e dalla quantità di carciofi: il composto deve essere non troppo fluido, ma deve legare bene ( in genere noi calcoliamo due uova per persona). Ho messo in una ciotola le uova, l'erba cipollina tagliata sottilmente (mia mamma mette aglio e prezzemolo), sale, pepe nero, caciocavallo grattugiato, due patate piccole lessate tagliate a pezzetti e da ultimi i cuori di carciofo.


Mescolate bene, versate il composto nella teglia e infornate a 200° per 30 minuti.


Sformate e se volete, decorate con cuori di carciofo sbollentati che avrete tenuto da parte.


Nella versione di mamma invece solo cuori di carciofo, aglio, prezzemolo, caciocavallo e padella! Lei è bravissima a rigirarla!



La mamma è sempre la mamma!


Ma anche la mia non è male! Buon appetito!