google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

venerdì 21 febbraio 2020

Carnevale in torta: il gufo


Volete preparare un dolce spiritoso e colorato per Carnevale? Eccone uno ispirato ad un animaletto che adoro: il gufo! Stupirà i piccoli e piacerà ai grandi.


Per il pan di Spagna: 4 uova, 75 g di farina 00, 75 g di maizena, 150 g di zucchero, cannella, buccia grattugiata di limone, un cucchiaino di lievito, un pizzico di sale. Montare a neve gli albumi con il sale e i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi. Unire la farina e la maizena setacciate con il lievito e gli aromi. Versare l'impasto in una bastardella o in uno stampo per zuccotto per ottenere un pan di Spagna a forma di cupola. Infornare a 170° per 30 minuti.


Questo è il risultato. Fate raffreddare. Se lo preparate il giorno prima, è ancora meglio.


Tagliatelo a strati e preparate una bagna con acqua, zucchero, buccia di limone e limoncello nelle proporzioni che volete ( più o meno alcolica).


Preparate una crema pasticcera con 1 litro di latte, 4 tuorli, 200 g di zucchero, 100 g di maizena, una bacca di vaniglia e una scorza di limone. Fate addensare e raffreddare.


Foderate la bastardella con pellicola e cominciate ad alternare pan di Spagna, bagna e crema fino a riempire lo stampo. Mettere in frigo a rassodare almeno per 4 ore.


Con della pasta di zucchero o del cioccolato plastico (io ho usato quest'ultimo) ricavate tanti dischetti colorati, due triangoli per le orecchie, le zampette, il becco e un fiocchetto (io ho voluto fare una gufetta).


Sformate la torta, ricopritela di glassa al cioccolato (facendo sciogliere a bagnomaria 200 g di panna con 200 g di cioccolato fondente extra) oppure di panna. Cominciate a disporre i dischetti partendo dalla base e alternando i colori ( io ho rivestito solo metà della torta). Disponete gli occhi, il becco, le zampette e il fiocco.


Nella parte del retro cospargete sulla glassa ancora morbida dei corallini colorati. Buon Carnevale!


mercoledì 19 febbraio 2020

Spaghetti di soia alle verdure

 

Per chi ama il gusto ma non vuole appesantirsi, per chi ha scelto un'alimentazione green e per chi gradisce la cucina orientale: un primo completamente vegetale che adoro tantissimo!
Ingredienti: 200 g di spaghetti di soia, 1 zucchina, 1 peperone, 2 carote, 1 grossa cipolla, un pezzetto di verza(tutte le verdure che vi piacciono), salsa di soia, olio extravergine d'oliva, sale, pepe.


Affettate sottilmente tutte le verdure. Fatele stufare in un wok con un filo di olio extravergine d'oliva.


Salate leggermente e completate con due cucchiai di salsa di soia e un pizzico di pepe nero (ricordate che la salsa è molto sapida, quindi non esagerate col sale).


Fate scottare gli spaghetti per un minuto in acqua bollente, scolateli e uniteli alle verdure.


Fate insaporire e servite subito.


Buon appetito!


lunedì 17 febbraio 2020

Sardine al vapore con pesto di bietoline per Light and Tasty


Bentrovati nella consueta rubrica dedicata alla leggerezza con gusto: il tema di oggi sono le bietole, una verdura molto versatile, sempre presente nella mia cucina, quasi in ogni stagione. Di solito mi piace ripassata in padella con aglio e pomodorini secchi; invece oggi voglio proporvela in versione "cruda" come accompagnamento al pesce azzurro cucinato al vapore: più leggero di così! L'idea mi è venuta mentre nel mio orto guardavo le bietoline che sten6avano a crescere, a causa del freddo. Mi sono chiesta, vedendo quelle foglioline verdi ancora così delicate: e se le consumassi crude? Ecco il risultato: ma perchè non ci ho pensato prima?
Ho trovato in pescheria, delle meravigliose sardine fresche del mio mar Mediterraneo, le ho cucinate  nella maniera più semplice e delicata possibile, proprio per non alterare il gusto di "mare".
Ingredienti per 4 persone: 500 g di sardine, timo, foglie di limone, alloro,  200 g di bietoline fresche, 50 g di mandorle, 1 limone, olio extravergine d'oliva.


Pulite le sardine, diliscatele  senza farle rompere.


Mettete nella vaporiera un fondo di foglie di limone.


Appoggiate sulle foglie le sardine.


Nell'acqua sotto la vaporiera potete mettere gli aromi che volete, io ho preferito tre foglie di alloro che profumeranno il pesce. Fate cuocere per una decina di minuti.


                                      



Per il pesto di bietoline: prendete le foglioline di bietola, togliete i gambi, lavatele e mettetele in un contenitore insieme alle mandorle, al succo di mezzo limone, l'olio e il timo. Frullate con un mixer. Regolate di sale.


Servite le sardine accompagnandole con la salsa, lamelle di mandorle, foglioline di timo e qualche granello di sale grosso (io ho messo un sale aromatizzato allo zafferano). Un filo d'olio  extravergine d'oliva a crudo e il piatto è pronto.


Eccovi le ricette del team:


sabato 15 febbraio 2020

Frittelle alla ricotta: i dolci di Carnevale



Un dolce veloce per il vostro pranzo della domenica o per l'imminente Carnevale (si sa che è la festa dei dolci fritti), o magari per passare un pomeriggio in dolcezza con i vostri cari.
Gli ingredienti sono: 250 g di ricotta, un uovo e un tuorlo, 100 g di zucchero, 150 g di farina, buccia grattugiata di limone e arancia,  un cucchiaino di curcuma, una bustina di lievito per dolci, latte q.b., olio di semi di arachide, miele ai fiori d'arancio, cannella. 

                                     

 Mescolare la ricotta con le uova, lo zucchero,


la cannella, la farina, la curcuma e se l'impasto dovesse essere un po' duro, aggiungete del latte 
(dipende molto dalla ricotta, più è fresca e più risulta morbida).


Aromatizzate con la buccia di limone o di arancia e infine aggiungete la bustina del lievito: sono già pronte per la cottura!



Versate l'impasto con un cucchiaio nell'olio bollente e quando saranno dorate, mettetele ad asciugare su carta da cucina.


Fate sciogliere il miele in un pentolino: io ho aggiunto una spruzzata di limoncello che darà un aroma particolare.


Rotolate ogni frittella nel miele in modo che si impregni e sistematele poi in un piatto da portata. Una bella spolverata di cannella e poi... godetevi un momento di dolcezza!



P.s. Adagiare le frittelle su foglie fresche di limone conferisce loro un aroma irresistibile!
Aggiungere fette d'arancia ripassate nel miele, sarà una vera goduria!


mercoledì 12 febbraio 2020

San Valentino in ... viola


Una proposta dolce-romantica per il vostro San Valentino: adatta anche a chi è intollerante al glutine e alle uova, a chi è vegetariano, a chi ama i sapori non convenzionali e naturalmente a chi si ama!
Secondo una leggenda nei petali delle violette è possibile intravedere il viso della persona amata, per cui donarne una, significa dire a chi si ama "pensa a me".


Chi mi conosce sa, che oltre la cucina, un'altra mia passione sono i fiori. In particolare amo molto i fiori piccoli, timidi ma il cui profumo inebria e non si fa dimenticare. In questo periodo fioriscono le violette e ho cercato di catturare il loro profumo e il loro colore in un dolce che trasmettesse questa mia passione. Le ho raccolte di prima mattina quando ancora le accarezza la rugiada.


Ho lavato delicatamente i fiori (una manciata).


Ho eliminato i calici e raccolto i petali in un bicchiere. Ho aggiunto 100 g di zucchero semolato e 250 ml di acqua. Ho frullato con il mixer e filtrato.

Ho scaldato sul fuoco lo sciroppo facendovi sciogliere due fogli di gelatina.


Ho aggiunto un cucchiaio di questo meraviglioso rosolio alle viole.


Ho quindi versato sul fondo dei bicchieri formando uno strato di 3 cm circa. Ho messo in frigo a rapprendere.


Per la crema bianca ho fatto scaldare 100 g di yogurt alla vaniglia e anche qui ho aggiunto 2 fogli di gelatina ammolati e strizzati. Ho unito quindi altri 150 g di yogurt amalgamando bene. 


Ho filtrato la crema per evitare che rimanesse qualche piccolo grumo.


Ho versato la crema allo yogurt sulla gelatina di viole e ho rimesso in frigo. Ho decorato con due cuoricini in pasta di zucchero e qualche violetta. Non è romantico?


lunedì 10 febbraio 2020

Bastoncini croccanti di pollo al sesamo per Light and Tasty


Bentrovati nella nostra rubrica settimanale: oggi ricette light con il pollo come protagonista! 
Molto spesso, quando dobbiamo tenere sotto controllo le calorie, il petto di pollo, magari accompagnato da un'insalatina, costituisce il notro pranzo o la nostra cena. Se devo essere sincera però, il petto di pollo alla piastra mi mette un po' di tristezza. Amo i gusti decisi, i sapori che lasciano un buon ricordo, i profumi che fanno venire l'acquolina, anche quando devo seguire una dieta.
La ricetta che voglio proporvi richiede lo stesso tempo di preparazione del pollo alla piastra, quindi velocissimo,  ma il gusto è tutta un'altra cosa! Da buona siciliana, amo molto il sesamo: per noi  questi semini sono veramente un ingrediente prezioso; li mettiamo proprio dappertutto: nel pane, nei biscotti, nei dolci.... Oggi voglio trasformare una carne non molto saporita in un secondo croccante, gustoso, veramente accattivante.


Ingredienti: 400 g di petto di pollo a fettine, sale, olio extravergine d'oliva, semi di sesamo, pepe, erbette aromatiche.
Prendete le fettine di petto di pollo; tagliatele a striscioline; mettetele in una ciotola con un paio di cucchiai di olio, sale, pepe e qualche erba aromatica che vi piace. Fate insaporire qualche minuto.


Rotolate le striscioline di pollo nei semi di sesamo, mettetele quindi in una padella antiaderente ben calda (non bisogna mettere altro olio). Fate rosolare mescolando di tanto in tanto. Il profumo che si sprigionerà dalla tostatura del sesamo vi sorprenderà.


Eccolo caldo e croccante. accompagnatelo con una insalatina mista e la cena è servita!


Ecco le altre proposte del team Light & Tasty: