google.com, pub-5268594712770720, DIRECT, f08c47fec0942fa0

venerdì 27 novembre 2020

Dolcetti di annona e pistacchi



Tutto nasce da un amico che ci regala questi strani frutti, mai visti prima: si chiamano annone. Non le conosco proprio e prima di assaggiarle cerco di documentarmi, ma trovo molto poco. Scopro che questa pianta viene coltivata in Calabria, che il frutto ha un gusto molto particolare, che è ricco di tanti principi benefici. Come utilizzarla? Mah! Proviamo l'assaggio: davvero il suo gusto è particolare, aromatico e delicato allo stesso tempo, qualcuno dice che assomigli al mango ma non sono d'accordo. Comunque è buonissimo! Va tagliato a metà e gustato col cucchiaino: la sua polpa è molto morbida. Unico inconveniente: ha molti semi, ma siccome sono piuttosto grossi, facilmente evitabili. Ho deciso che mi piace e voglio farci un dolce. Utilizzerò ciò che ho in casa.

  

Questi sono i frutti all'interno; scavo la polpa con un cucchiaino, tolgo i semi e la buccia. Frullo la polpa con un robot da cucina E' una cremina densa e profumatissima.







Ingredienti : 3 uova intere, 100 g di polpa di annona, 200 g di ricotta vaccina, 150 g di zucchero, cannella, 100 g di farina 00, 1 bustina di lievito per dolci, pistacchi per decorare. Montare i tuorli con lo zucchero e a parte gli albumi a neve. Aggiungere gli altri ingredienti e da ultimi gli albumi cercando di mescolare delicatamente per non farli smontare. Versare l'impasto nei pirottini o negli stampini, cospargere la superficie di granella di pistacchi o pistacchi interi e infornare a 180° per 20 minuti.



Se vi capitasse l'occasione di trovare questi frutti, provate questi dolcetti!

 

lunedì 23 novembre 2020

Insalata siciliana di finocchi e arance per Light & Tasty

                                       




Il tema del nostro appuntamento settianale con la leggerezza è il finocchio: un ortaggio fantastico che in inverno non manca mai nella mia cucina. Lo adoro crudo, cotto, in vellutata, come contorno; pensate che utilizzo anche le barbe, soprattuto qando mangio i finocchi del mio orto, assolutamente bio. Oggi per voi ho pensato alla semplicità assoluta coniugata con la tradizione della mia terra: l'insalata di arance e finocchi, freschezza, gusto e un pieno di salute!
Questa insalata è un contorno tipico della cucina siciliana ed è presente sulla mia tavola molto spesso: la adoro!


Come la maggior parte dei piatti siciliani è semplicissima, fantasticamente fresca e gustosa; gli ingredienti sono arance (io ho usato quelle Navel), finocchi, olive nere, olio, sale, peperoncino, barbe di finocchio per decorare (raccolto tutto nell'orto).
Tagliate le arance a fette eliminando la parte bianca, i finocchi a listarelle, aggiungete le olive e condite con sale, olio extra-vergine d'oliva e peperoncino.
Servite come la vostra fantasia vi suggerisce: in un grande vassoio o piuttosto in una simpatica mono-porzione. Mangiatene a volontà perchè è un pieno di vitamine e fibre!

Ed ora eccovi le altre proposte del team:

Daniela: Insalata di finocchio radicchio e pera caramellata https://maninpastaqb.blogspot.com/2020/11/insalata-di-finocchi-radicchio-e-pere.html


venerdì 20 novembre 2020

Una crostata che si crede una torta


Quest'anno i compleanni della mia famiglia li stiamo festeggiando in sordina: niente feste con parenti e amici, niente baldoria insomma. Ma non si può certo far finta di nulla: le persone che amiamo vanno comunque festeggiate anche se saremo proprio in pochi: a novembre è stato il turno di mio figlio, che tra l'altro ha celebrato il suo anniversario di nascita per la prima volta da neo-papà. Da quando è nato non ho mai rinunciato a pensare ad una torta tutta per lui e così è stato anche in quest'anno così particolare. Ho costruito una crostata che all'interno è montata come una torta, da qui il nome.

                                                

PREPARAZIONE 1- Ingredienti per la base: (frolla Montersino) 250 g di farina 00, 150 g di burro, 100 g di zucchero a velo, 40 g di tuorli, vaniglia, scorza di limone grattugiata, 1 g di sale.
Impastate la pasta frolla, fatela riposare in frigo per qualche ora, quindi stendetela con il mattarello.



Ho sperimentato queste strisce in silicone per fare il bordo, quindi ho ritagliato delle strisce di pasta, le ho fatto aderire e le ho sistemate lungo il bordo di uno stampo a cerniera.

                                                 
Ho ritagliato un disco per il fondo che ho bucherellato con una forchetta. Ho messo in frigo per un'altra mezz'ora e ho infornato a 180° per 30 minuti.

                                       
Questo è il risultato.



PREPARAZIONE 2- Per la decorazione ho preso un pezzetto di frolla, l'ho colorata con dei colori per dolci in polvere e l'ho spalmata in questi fogli che ho acquistato da poco. Ho infornato per 10 minuti, ho fatto raffreddare per poi estrarre delicatamente queste bellissime foglie friabilissime.



PREPARAZIONE 3- Ingredienti del biscuit al cacao:   4 uova, 35 g di farina 00, 25 g di cacao, 10 g di miele, 80 g di zucchero, 1 cucchiaio di acqua,  1 cucchiaino di estratto di vaniglia.
Montate le chiare a neve; sbattete i tuorli con lo zucchero quindi aggiungete gli altri ingredienti; infine unite alla masa gli albumi montati a neve. Stendete con una spatola l'impasto in una leccarda e infornate per 10 minuti a 180°.

PREPARAZIONE 4- ingredienti per la crema pasticcera: 1 l di latte intero, 4 tuorli, vaniglia, scorza grattugiata di limone, 4 cucchiai di limoncello, 120 g di amido di mais (dato che dovrà essere una crema sostenuta per la decorazione). Preparate la crema con anticipo perchè dovrà essere ben fredda. Per evitare che diventi tutta un blocco, fatela raffreddare coperta con pellicola a contatto; poi prima di utilizzarla ammorbiditela con le fruste.



Montaggio della torta: spalmate il fondo di cioccolato sciolto a bagnomaria (circa 100 g); in questo modo la frolla non assorbirà l'umidità della crema, rimanendo croccante.


Fate uno strato di crema aiutandovi con un sac à poche.


Mettete sopra il biscuit che avrete ritagliato a misura; bagnate leggermente con una bagna alla vaniglia.


Decorate con ciuffi di crema, praline al cioccolato o quello che la fantasia vi suggerisce. Poco prima di servire, appoggiate le foglie di frolla con molta delicatezza. Buon compleanno, allora! Dedicata a tutti quelli che lo festeggeranno rigorosamente a casa!






 

lunedì 16 novembre 2020

Pollo ripieno alle castagne


Questa settimana il tema da sviluppare nella nostra rubrica di Light & Tasty è la castagna. Pensavo quasi di non partecipare perchè sinceramente questo frutto autunnale (che poi frutto non è a dire il vero), nella mia zona d'origine si declina soltanto in un modo: caldarroste. Stop. Si può capire bene la motivazione: non è del territorio, qui, zona di mare, le castagne arrivano da lontano quindi nella nostra cultura gastronomica non hanno un posto di rilievo. Eppure mi incuriosiva molto pensarle come ingrediente di un piatto e vi voglio svelare che sono rimasta piacevolmente sorpresa: sono fantastiche! La mia quindi è stata una sperimentazione alla cieca, però ci ho visto giusto!
Ingredienti: 500 g di castagne, 2 cosciotti di pollo (intendo coscia e sovracoscia intere), sale, aromi, 300 g di salsiccia,  50 g di caciocavallo grattugiato, aglio q.b., 2 mele, 1 melagrana, vino bianco.



Bollire le castagne dopo averle incise leggermente in acqua con due foglie di alloro. Dopo 20/30 minuti circa, privarle di buccia e pellicina.

Prendete intanto la carne e disossatela (fatelo fare altrimenti al macellaio). Dato che era per me la prima volta, ho voluto provare in due versioni: una l'ho aperta completamente, l'altra l'ho lasciata intera.

Prepariamo il ripieno con la salsiccia sbriciolata, le castagne a pezzetti, il formaggio, sale e pepe.

Riempiamo i due pezzi di carne.

La coscia intera la chiudo con ago e filo.


L'altra invece la arrotolo come se fosse un arrosto.

Faccio rosolare la carne in una teglia dove ho messo uno spicchio d'aglio con olio extravergine d'oliva; aggiungo le mele tagliate a grossi spicchi. Quando la carne sarà ben dorata da tutti i lati, faccio sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco e metto il coperchio. Faccio cuocere per almeno 40 minuti.





 Al momento di servire aggiungo chicchi sgranati di melagrana: ecco il nostro pollo ripieno ai frutti autunnali! Io l'ho trovato strepitoso, e voi?

Vi segnalo le altre ricette del team:

Carla:  cake salato con farina di castagne, grana padano e noci

Daniela Tacchino con salsa di castagne al rosmarino

ElenaGratin di broccoli, castagne e caprino

FlaviaBiscotti con farina di castagne, grano saraceno e nocciole

MaryZuppa di ceci e castagne

MilenaCastagne in rosa

CatiaCaldarroste nella friggitrice ad aria


lunedì 9 novembre 2020

Carpaccio di porcini

Eccoci oggi, al nostro consueto appuntamento Light & Tasty, con un ingrediente che adoro, i funghi. Sono particolarmente felice perchè sono riuscita a reperire dei magnifici porcini, che magari a voi potrà sembrare affare di poco, ma per me che vivo al mare, nell'estremo lembo di Sicilia orientale, è un evento straordinario. In effetti, questi porcini provengono dalle pendici dell'Etna dove, quando la siyuazione climatica lo consente, se ne possono trovare di molto buoni. Si sa che con i funghi si possono preparare infinite pietanze, gustose e succulente, ma per essere fedele allo spirito che guida le nostre proposte e cioè la leggerezza, oggi vi propongo un antipasto semplicissimo, ma ricchissimo di gusto: un carpaccio di porcini. E' importante scegliere porcini piccoli e sodi, privi di spugna sotto il cappello: la ricetta è tutta qui. Basta tagliarli a fette sottili e condirli con olio extravergine d'oliva, sale, peperoncino, prezzemolo, stop. Non riesco a descrivere le sensazioni al palato: solo chi ama i funghi come me, può capire!





                                      

Le amiche del team vi aspettano con le loro proposte:

DANIELA: Minestra di orzo con funghi champignon e patate https://maninpastaqb.blogspot.com/2020/11/minestra-di-orzo-con-funghi-champignon.html