lunedì 12 agosto 2019

Cremolata alle pesche tabacchiere


Non rientra certo tra i gusti classici della granita siciliana, ma è certo che le varianti alla frutta sono sempre più numerose a partire da quella famosissima di gelsi. In effetti il nome più corretto sarebbe cremolata in quanto realizzata con la frutta, succo e polpa compresi: il termine granita rimanda subito alla mente le fantastiche colazioni siciliane in cui è protagonista insieme alla brioche.


L'ingrediente principale è costituito dalle pesche tabacchiere, una varietà dal profumo meraviglioso e dal gusto delicato. Appena raccolte dal mio alberello, le sbuccio e le taglio a pezzetti.


Ora potete scegliere come ridurle in forma liquida: un passaverdure, un frullatore, un mixer....


Io ho optato per l'estrattore. In 500 g di succo aggiungete il succo di un limone per arrestare l'ossidazione della frutta. 


In un pentolino fate sciogliere 250 g di zucchero in 250 g di acqua; aggiungete la scorza di limone per profumare ancora di più lo sciroppo. Quando avrà raggiunto l'ebollizione, spegnete il fuoco e fate raffreddare.


Unite lo sciroppo al succo di frutta, mettete in un contenitore e fate congelare in freezer.
Quando sarà gelato, passate il tutto in un robot da cucina e otterrete una crema che non si rapprenderà più in un unico blocco.


E adesso, chiudete gli occhi e gustatela....

9 commenti:

  1. Ma che bontà! Adoro le pesche tabacchiere ^_^
    Un bacio e buon Ferragosto.

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto venire una voglia... rubo la ricetta, grazie!

    RispondiElimina
  3. Adoro questa varietà di pesche e l'idea di gustarle in forma ghiacciata, mi ispira moltissimo! Complimenti cara e felice domenica!

    RispondiElimina
  4. Ho chiuso gli occhi ma...la voglia resta.

    RispondiElimina