martedì 1 novembre 2016

Moscardini o "ossa di morto"

 

In questi giorni, anche grazie al blog di Mimma Morana https://pasticciepasticcini-mimma.blogspot.it/, si è aperto un cassettino della memoria, legato proprio alla Festa dei Morti. Quando da piccola, il 2 novembre, andavo dai nonni, dopo aver trovato i miei regalini al risveglio, trovavo degli strani biscotti dalla forma strana e dalla consistenza ancora più strana. Erano durissimi, formati da una parte sottostante dal colore ambrato e da una parte superiore, bianchissima, anch'essa dura ma più friabile. Si chiamavano "muscardini" o ossa di morto. Con il tempo questi strani biscotti sono scomparsi ma, sollecitata dal post di Mimma e dalla ricetta rintracciata in un vecchio libro dalla mia amica Carmela, ho voluto provare.

                                      



Gli ingredienti sono minimi: 300 g di farina 00, 300 g di zucchero, 75 g di acqua
Le ricette coincidono tranne per un particolare: in una lo zucchero viene sciolto nell'acqua a caldo e poi impastato con la farina, nell'altra invece l'impasto avviene a freddo.


Formare un rotolo con l'impasto ottenuto, tagliare in piccoli tocchetti e dare la forma che si vuole.


Io ho formato tante losanghe e tre uccellini, perchè nei miei ricordi questa forma riaffiorava.
Questi biscotti vanno fatti asciugare all'aria per 3/4 giorni finchè appariranno bianchissimi.


Infornare a 170° per 15/20 minuti e vedrete fuoriuscire dal fondo di questi biscotti  lo zucchero caramellato.

Eccoli qua: il mio tuffo nel passato si è realizzato!

9 commenti:

  1. Che bello andare a ripescare nelle ricette della tradizione :-) sarei proprio curiosa di fare l'assaggio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vogliono dei denti perfetti perchè sono durissimi, ma hanno un buon sapore!

      Elimina
  2. E' molto bello quando si riesce a realizzare le ricette dei ricordi. Li assaggerei volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il difficile a volte è ritrovare le modalità di preparazione.

      Elimina
  3. Mi sono sempre piaciute le ricette della nostra tradizione, hai fatto bene a realizzare questi biscotti che devono essere buonissimi. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ritorna un po' bambini! Buona giornata anche a te!

      Elimina
  4. Siamo sempre alla ricerca di prelibatezze e novità, dimenticandoci della tradizione che ha sempre qualcosa di nuovo da insegnarci!
    Complimenti e buona serata,
    Lory
    Bazzicando in Cucina

    RispondiElimina
  5. Molto particolari!!Sarei curiosa di assaggiarli, grazie per aver condiviso con noi la tua ricetta!

    RispondiElimina
  6. Sogno di farli da tanti anni ma non mi sono mai cimentata in questa impresa.
    Però li ricordo con un forte sapore di chiodi di garofano.....
    Complimenti a te.

    RispondiElimina