giovedì 31 luglio 2014

Brioche siciliana senza uova e senza burro





Ho già parlato delle brioches siciliane, accompagnamento d'obbligo della granita nelle nostre colazioni estive: oggi vi propongo la ricetta senza uova e senza burro per gli amici intolleranti. Vi assicuro però che, a detta del mio staff di assaggiatori, è pure meglio dell'altra. Gli ingredienti sono: 200 g di lievito madre, 200 g di farina 00, 200 g di farina manitoba, 200 g di acqua, 70 g di strutto, un cucchiaio di miele, 60 g di zucchero, buccia grattugiata di limone, vanillina o vaniglia, un pizzico di sale.


 

 


Mettere gli ingredienti nella planetaria cominciando dal lievito madre e l'acqua; da ultimi lo strutto e il sale. Fate lavorare la macchina fino a quando l'impasto si incorda. Fate riposare l'impasto ottenuto un paio d'ore.


Riprendetelo e tagliatelo in pezzi dello stesso peso: io ne ho ricavato 8.



Le brioches normalmente sono semplici perchè vanno gustate con la granita, dato che queste saranno pronte per l'ora della merenda, ne voglio farcire qualcuna con la nutella, per la gioia dei bimbi. Allargo con le mani la porzione di pasta e metto al centro due cucchiaini di crema, quindi ripiego i bordi verso il centro, formando una pallina.


Le dispongo direttamente sulla teglia rivestita di carta e le lascio lievitare dentro il forno spento.


Con il lievito madre bisogna avere pazienza: dopo circa 9/10 ore si sono raddoppiate di volume. Le inforno a 170° per 15/20 minuti. 


Una bella spolverata di zucchero a velo e la merenda è pronta.


Per la colazione di domani invece mangerò una brioche firmata: CannellaeGelsomino!


martedì 29 luglio 2014

Gelato allo yogurt e pesca


Altra ricetta di gelato fresco, naturale, con poche calorie e con l'aggiunta di frutta fresca.


Tagliate a piccoli pezzetti 2 belle pesche. Mettetele in un pentolino con due cucchiai di zucchero e fate sciroppare leggermente (giusto il tempo che si sciolga).


In un altro pentolino fate sciogliere a fiamma bassissima un bel cucchiaio di miele e un cucchiaio di glucosio (se non lo avete sostituitelo con altro miele).


Unite 250 g di yogurt bianco e 250 g di latte o panna vegetale.


Mescolate il tutto e fate raffreddare in frigo.


Versate quindi nella gelatiera e fate mantecare: un po' prima che abbia completato, aggiungete la frutta a pezzetti.


Mettete il gelato in un contenitore e passate in freezer.


Decorate la vostra coppa di gelato con fettine di pesca, foglioline di menta e granella di pistacchio.

sabato 26 luglio 2014

Cremolata di gelsi e panna

 
Nel panorama dei dolci estivi siciliani, le granite e le cremolate  sono le protagoniste: le potrete trovare nei gusti più disparati. Quella di gelsi neri però è molto particolare e, se vi trovate a passare dalle parti della provincia di Ragusa, vi invito a provarla perchè è davvero ineguagliabile.


Anche se il periodo di raccolta dei gelsi neri è giugno- luglio, se si ha l'accortezza di congelarli, potrete realizzare la cremolata quando vorrete. Dosi: 500 g di more di gelso, 250 g di zucchero, il succo di un limone, 250 g di acqua.


Mettete la frutta con l'acqua e lo zucchero sul fuoco fino al momento dell'ebollizione, quindi spegnere e aggiungere il succo del limone.


Passare con un passaverdure in modo da eliminare gli eventuali piccioli rimasti. Mettere il tutto in un contenitore e, dopo averlo fatto raffreddare, passatelo in freezer oppure nella gelatiera. Se optate per il primo metodo, quando la dovrete consumare, frullatela bene con un robot in modo da ottenere la consistenza cremosa del dolce.


Servitela in un bel bicchiere e decorate con un bel ciuffo di panna fresca montata. Sublime!

martedì 22 luglio 2014

Cartellate al miele


Sono molto curiosa per natura e quando mi capita di assaggiare qualcosa di tipico di altre regioni, cerco di impadronirmi della ricetta. Questo dolce è pugliese e la sua preparazione mi è stata insegnata da una ragazza del luogo. Non me ne vogliano i pugliesi se noteranno qualche difformità dall'originale.


Impastare 500 g di farina 00, 120 g di semola di grano duro, 70 g di olio d'oliva, 1 cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale, 1 bicchiere di vino bianco, un cucchiaio di cannella macinata.


 
Fate riposare l'impasto avvolto con la pellicola per un'oretta, altrimenti vi sarà impossibile stenderla.


Stendetela in una sfoglia sottile e ritagliate delle strisce larghe 2 cm e lunghe 50 cm circa.


"Pizzicatele" con le dita come vedete nella foto, quindi arrotolatele a girella, unendo ogni tanto i bordi vicini con una pressione delle dita.


Ecco l'aspetto che avrà la cartellata.


Friggete in abbondante olio di semi di arachide e fate assorbire l'unto in eccesso mettendole a scolare su carta da cucina.


Farcitele con abbondante miele che avrete fatto sciogliere in un pentolino oppure con del vino cotto (capisco però che è un ingrediente non molto facile da trovare). Se vi piace aggiungete delle mandorle tostate tritate o degli zuccherini colorati. Sono croccanti, dolci, irresistibili!

giovedì 10 luglio 2014

Gelo di limone



I limoni in Sicilia non mancano mai e il loro utilizzo in cucina è fondamentale: il gelo che oggi vi presento rappresenta la fine dolce e aromatica di un pranzo a base di specialità tipiche. In ogni agriturismo o ristorante tipico della zona vi verrà proposto alla fine del pasto, soprattutto in estate.


Ho raccolto una cesta di limoni di cui utilizzerò il succo per la granita e la scorza per il gelo.


Vi suggerisco due sistemi : potete grattugiare la scorza di 4 limoni da unire ad 1 litro di acqua, oppure tagliate le scorze a listarelle che metterete nell'acqua dandogli poi due giri di mixer ( non troppi). E' importante che nello sbucciare i limoni non tagliate la parte bianca che darebbe un retrogusto amaro. Qualsiasi sistema scegliate, dopo aver fatto riposare un'oretta circa le scorze nell'acqua, filtrate e aggiungete 200 g di zucchero e 100 g di maizena o amido.


Mettete sul fuoco mescolando continuamente.


Quando sarà addensato, togliete dal fuoco e sistemate negli stampini.


Fate raffreddare e mettete in frigo. Va consumato ben freddo, possibilmente servito su una foglia di limone.

lunedì 7 luglio 2014

Spirali di cipollotti e pancetta

 

Pochi ingredienti per un secondo sfizioso e molto saporito; da cucinare anche alla griglia se avete in programma un barbecue estivo : cipollotti, pancetta di maiale affettata molto sottile, ragusano DOP fresco o semi-stagionato, sale e pepe.


Tagliare i cipollotti a listarelle lunghe circa 10 cm, fate lo stesso con il formaggio preparando dei bastoncini della stesa lunghezza.


Stendete sul piano una fetta di pancetta e sistemate il cipollotto e il formaggio ad una estremità.


Arrotolate la pancetta a spirale attorno al ripieno: non occorre nulla per bloccarla.


Se volete cucinarli al forno, sistemateli in una teglia leggermente unta d'olio e fate cuocere fino a quando risulteranno dorati. Se volete grigliarli sistemateli sulla griglia che avrete foderato sul lato inferiore con carta d'alluminio, per evitare che il formaggio sciogliendosi si perda sulla brace.


Sono eccezionali!

venerdì 4 luglio 2014

Cheesecake cioccolato e pere


D'estate si ha voglia di dolci freschi, vellutati al palato, da preparare in anticipo e conservare in frigo: questa torta risponde a tutti i requisiti, non ultimo quello di appagare le papille dei più golosi.


Sbriciolate, magari con l'uso del mixer 200 g di frollini ( io li ho usati misti, al latte e al cacao). Unite 100 d di burro morbido e incorporatelo.


Schiacciate l'impasto così ottenuto sul fondo di una tortiera a cerniera rivestito di carta da forno (renderà l'estrazione del dolce molto più facile). Passate in frigo per far rassodare.


Fate sciogliere a bagnomaria 150 g di cioccolato fondente in mezzo bicchiere di latte; in un altro mezzo bicchiere di latte fate sciogliere 8 g di gelatina in fogli, ammollata prima nell'acqua.


Amalgamate 250 g di mascarpone con due cucchiai di zucchero.


Incorporate il cioccolato fuso e il latte con la gelatina.


Ecco il risultato. Mettetelo in frigo momentaneamente.


Tagliate a fette regolari due belle pere e sistematele in una padella antiaderente; Ciò che rimane delle pere va ridotto a piccoli dadini che metterete in padella.


Copritele con due cucchiai di zucchero, il succo di mezzo limone e abbondante cannella. Fate caramellare a fuoco dolce.


Aggiungete i pezzettini di pera all'impasto al cioccolato.


Versate la crema sulla base di biscotti e rimettete in frigo per una mezz'oretta.


Decorate la torta con le fette di pera e rimettete in frigo. Deliziosa!