mercoledì 31 luglio 2013

Sorbetto al gelsomino


Conoscete già la mia passione per il gelsomino, per cui non poteva mancare una ricetta che lo vede protagonista; è una preparazione molto antica che risale al tempo della dominazione araba in Sicilia. Furono proprio loro ad introdurre questa pianta in Sicilia insieme al sesamo, al riso... : i fiori venivano utilizzati non solo per profumare ambienti o per decorare piatti ma anche come ingrediente di alcune preparazioni che fino ad oggi si sono tramandate, specialmente nella zona della Sicilia occidentale (vedi anche la mia ricetta del gelo di anguria http://cannellaegelsomino.blogspot.it/2013/07/ielu-ri-muluni-gelo-di-anguria.html).
Agli Arabi si deve anche "l'invenzione" della granita: conservavano la neve caduta in inverno sotto la paglia all'interno delle "nivere", grotte che si trovavano in montagna. In estate poi la neve veniva trasportata con i carri dalla montagna in pianura, aromatizzata con i fiori di gelsomino ed era destinata soprattutto alle tavole dei ricchi, dati gli alti costi per il trasporto.


Veniamo al procedimento per preparare questo favoloso sorbetto:



bisogna raccogliere, nel primo pomeriggio, prima che si schiudano, dei boccioli di gelsomino. Metteteli in un contenitore (circa 50 g) con mezzo litro d'acqua; coprite con il coperchio e lasciate tutta la notte in un luogo fresco in modo che i profumi e gli olii essenziali si trasferiscano nell'acqua.


Fate uno sciroppo con 170 g di zucchero e mezzo bicchiere d'acqua; aggiungete un pezzo di cannella e una buccia di limone. Fate raffreddare e filtrate con un colino.



Aggiungete lo sciroppo all'acqua profumata al gelsomino insieme al succo di mezzo limone, coprite con un coperchio e mettete in freezer per alcune ore.


Quando si sarà solidificato, toglietelo dal contenitore, tagliatelo in grossi pezzi e mettetelo nel frullatore o nel vostro robot da cucina. Aggiungete due albumi montati a neve e continuate a frullare. Quando vedrete che il sorbetto ha una consistenza soffice e spumosa è pronto. Volendolo realizzare in una versione leggermente alcolica si può aggiungere un bicchierino di rum: io lo preferisco in purezza. Si conserva così soffice in freezer, quindi potete benissimo prepararlo in anticipo.




Servitelo in bicchierini, decorando magari con qualche fiore, dopo una cena tra amici e li stupirete di sicuro! 



7 commenti:

  1. che sorbetto dal gusto particolare hai creato!

    RispondiElimina
  2. ma sarà una vera delizia questo sorbetto!!!! complimenti

    RispondiElimina
  3. Spettacolare! Io ho preparato così il biancomangiare

    RispondiElimina
  4. ..un sogno!!! adoro il gelsomino...mi inebria il profumo che si sprigiona al tramonto e di notte. Mi segno questo sorbetto e lo preparerò prestissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto sperimentando il gelato. A breve la ricetta. Un abbraccio

      Elimina